Giocando con Orlando - Teatro Elfo Puccini (Milano)

Scritto da  Carla Veccia Giovedì, 13 Febbraio 2014 

Dal 4 al 9 febbraio è andato in scena al Teatro Elfo Puccini di Milano, “Giocando con Orlando”. Stefano Accorsi e Marco Baliani si sfidano in scena in una singolar tenzone le cui armi sono rappresentate dai versi del celebre poema epico cavalleresco di Ludovico Ariosto “L’Orlando furioso”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

GIOCANDO CON ORLANDO
adattamento teatrale e regia di Marco Baliani
con Stefano Accorsi e Marco Baliani
scene Mimmo Paladino
costumi Alessandro Lai
produzione Nuovo Teatro diretta da Marco Balsamo
in collaborazione con Fondazione Teatro della Pergola di Firenze

 

 

Dopo la precedente e vincente esperienza del 2012 con il “Furioso Orlando” per la regia di Marco Baliani e con Stefano Accorsi in scena, la collaudata coppia teatrale torna con “Giocando con Orlando”. L’esperimento è del tutto ben riuscito: Accorsi e Baliani in un continuo scambio di parti in versi dal ritmo incalzante ed in perpetuo movimento sul palco, balzano da una scena all’altra, da un personaggio all’altro, da una vicenda all’altra, senza perdere in chiarezza né in continuità nella narrazione.


L’intervento in scena di Baliani si rivela una scelta vincente: se Accorsi incarna il vero e proprio io narrante della storia, Baliani con i suoi interventi talvolta ai limiti del comico e dell’ironico, talaltra di digressione nell'economia complessiva della trama, aiuta a comprendere le fila del poema che in quanto tale è frammentato in una molteplicità di storie, personaggi e intrecci. Accorsi è camaleontico nel personificare i diversi eroi della vicenda, destreggiandosi tra l’intreccio amoroso del paladino Orlando e della bella Angelica, il filo narrativo principale, e gli episodi che lo contrappuntano come la storia di Bradamante innamorata del saraceno Ruggiero e le avventure degli altri innumerevoli personaggi che costellano il racconto.


Su una scenografia volutamente scarna, con sullo sfondo delle suggestive e consistenti installazioni di destrieri colorati che rievocano il tema cavalleresco, opera di Mimmo Paladino, lo spettacolo si snoda in un gioco linguistico e di stile, un alternarsi tra monologhi e dialoghi, un continuo avvicendarsi tra il cantore Accorsi e il regista in scena Baliani, capace quest'ultimo di prendere di volta in volta le redini della narrazione per suggerire, commentare, giocare con le rime, improvvisare.


Magistrale la prova d'interpretazione offerta dai due protagonisti. La complicità in scena è perfetta e i due ruoli si completano e arricchiscono vicendevolmente. La resa è notevole: a poco a poco allo spettatore si rievoca chiara nella mente la nota vicenda del romanzo epico ariostesco con tutte le sue sfumature. Una preziosa occasione per riprendere possesso e coscienza di un’opera fondamentale del patrimonio letterario italiano.

 

 


Teatro Elfo Puccini (sala Shakespeare) - corso Buenos Aires 33, 20124 Milano
Per informazioni e prenotazioni: telefono 02/00660606, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario spettacoli: dal martedì al sabato ore 20.30, domenica ore 16
Biglietti: intero € 30.50, martedì biglietto unico € 20, ridotto <25 anni e >65 anni € 16 - gruppi scuola € 12

 


Articolo di: Carla Veccia
Grazie a: Veronica Pitea, Ufficio stampa Teatro Elfo Puccini
Sul web: www.elfo.org

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP