Gastone - Teatro San Luca (Roma)

Scritto da  Maura Bonelli Sabato, 20 Febbraio 2010 
gastone

“Gastone è una satira efferata al bell'attore fotogenico, affranto, compunto, vuoto, senza orrore di se stesso”. La Tana dell’arte propone il grande spettacolo di Ettore Petrolini, mescolando saggiamente un raffinato manierismo a un’intelligente rivisitazione del testo e delle musiche. Fino al 28 Febbraio al Teatro San Luca (Roma).

 

 

 

 

Teatro San Luca Roma

Dal 18 al 28 Febbraio 2010

La Tana dell’arte presenta

Gastone - Una storia paradossalmente del tutto umana

Commedia musicale di Ettore Petrolini

Regia e riadattamento: Felice Sandro Leo

Con: Gianluca Preite, Annalisa Peruzzi, Livia Amantia, Riccardo Buttarini, Irene Faccio, Lorenzo Tromboni, Gabriella Ghini, Federica Tartaglia, Eleonora Simonetti, Katia Poerio, Luca Lotano, Barbara Ciacci, Ruggero Lorefice

Musiche: Carmine Caprera

Costumi: Lisangela Sabbatella

Scene: Giampiero Luciani

 

Un grande sipario rosso, un cilindro, un bastone, un guanto bianco calzato e uno cadente dal polsino – “Questa cosuccia qui è mia, l’ho inventata io. Non l’ho fatta neanche registrare”. Bastano questi pochi elementi per visualizzare la figura di una delle pietre miliari del teatro, della recitazione, della comicità che ha fatto la storia del nostro paese.

Ettore Petrolini creò nei primi anni ’20 la figura di Gastone, e scrisse il testo omonimo, oggi proposto al teatro San Luca dalla Compagnia “La Tana dell’arte” diretta da Felice Sandro Leo.

“Gastone” racconta la società dello spettacolo degli anni '30, e ne racconta i personaggi meschini, avidi, invidiosi e gretti. Rappresentante esemplare di questo mondo è proprio Gastone, un istrionico attore di varietà di infima categoria, dalla affabulante parlantina romanesca, squattrinato e dedito ai peggior vizi – le donne, la droga, la bella vita.

Sulla sua strada compare Lucia, una ingenua e bella ragazza del popolo, e decide di farla diventare una stella del varietà. Al suo debutto, Lucia riesce a farsi notare e ottiene un grande successo, ma scoprirà che, tra isteriche soubrette prima-donna e altri grotteschi personaggi, non è il mondo che fa per lei.

“La Tana dell’arte” è una compagnia affiatata, briosa, e di alto livello qualitativo nonostante rientri nella categoria “amatoriale” – appellativo a volte fuori luogo, utilizzato in questa sede a esclusivo beneficio di chi necessita di procedere per classificazioni.

Felice Sandro Leo tiene magistralmente le redini di questo gruppo disomogeneo e di gran valore, composto da ben 40 elementi tra attori e attrici, di cui 13 impegnati in questo spettacolo.

Una scelta coraggiosa, quella di mettere in scena “Gastone”: quando ci si confronta con un mito del teatro e dell’avanspettacolo come Ettore Petrolini, c’è sempre il rischio di sbagliare qualcosa. Ricordiamo tutti Alberto Sordi nella sua personale interpretazione del ruolo, e ricordiamo anche il delicato tributo di Gigi Proietti, all’interno del suo varietà. Un grande nome ricordato da grandi nomi.

Tuttavia, nell’interpretazione di Gianluca Preite nel ruolo di Gastone risulta emergere un raffinato manierismo, che ha il sapore di un umile e appassionato tributo.

Accanto al bravo Gianluca, sfilano altri attori di indubbio talento, in una cornice fatta di costumi, scene e musiche – e, in primis, di una regia - che riescono a ricreare l’atmosfera di quell’epoca, di cui noi, italiani contemporanei, ci sentiamo sempre un po’ orfani.

 

Teatro San Luca

via Renzo Da Ceri 136 - 00172 Roma (Zona Largo Preneste)   

Info: Associazione Culturale La Tana dell’Arte www.latanadellarte.it

Telefono 328/2811700 - e-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Orario spettacoli: Lo spettacolo sarà in scena dal giovedì al sabato alle ore 21.00 e la domenica alle ore 18.00. Il 26 febbraio la serata sarà dedicata alla solidarietà: metà del ricavato sarà devoluto all’Associazione Onlus Magic Amor per gli aiuti alla Repubblica Democratica del Congo.

Biglietti: Intero 15 euro – ridotto 10 euro (tessera 2 euro)

 

Articolo di: Maura Bonelli

Grazie a: Ufficio Stampa Maria Alessandra Scuderi

Sul web: www.latanadellarte.it

 

TOP