Fratelli d'Italia - Teatro Golden (Roma)

Scritto da  Domenica, 30 Novembre 2014 

Dopo “Cetra...una volta”, tornano sul palcoscenico del Golden, da martedì 25 novembre, i Favete Linguis, con lo spettacolo “Fratelli d’Italia” diretto da Toni Fornari e prodotto da Andrea Maia per il Teatro Golden e da Vincenzo Sinopoli. I Favete Linguis (Toni Fornari, Emanuela Fresi e Stefano Fresi) si costituiscono nel 1995, partecipando a numerose trasmissioni televisive e radiofoniche. In questa nuova avventura teatrale si uniranno ad Augusto Fornari, il fratello ripudiato, incapace di tenere il ritmo del cantautorato all'Italiana, ma sempre pronto a richiamare ognuno al dovere di moralizzatore nazionale. In scena infatti ritroviamo i tanti aspetti dell’Italia di oggi: quella spregiudicata, dei furbetti, l'Italia del “volemose bene”, ma anche l’Italia onesta di coloro che tentano di ricostruire un paese più giusto ed equo. Tanti i temi musicali toccati ed interpretati. Ci sarà tra gli altri un omaggio a Garinei e Giovannini, quello dedicato a Disney, un concentrato di “Carosone” eseguito in tre minuti ed una canzone inedita dedicata al tema attuale della cucina dal titolo “I 3 Chef”, scritta da Enrico Blatti.

 

Augusto Fornari e I Favete Linguis
Emanuela Fresi, Stefano Fresi, Toni Fornari presentano
FRATELLI D’ITALIA
di Augusto Fornari e Toni Fornari
movimenti coreografici di Manolo Casalino
la canzone “I 3 Chef” è scritta da Enrico Blatti
regia di Toni Fornari
una produzione Andrea Maia Teatro Golden e Vincenzo Sinopoli

 

Il Teatro Golden, da sempre fucina multiforme di cultura, intrattenimento e formazione cambia ancora pelle e reinventa il motivo della sua stagione teatrale 2014-2015: li avete visti sullo schermo...è tempo di incontrarli a teatro.

Se si guarda al cartellone infatti sono molti i volti più o meno noti della tv e del cinema, divisi tra commedie d'autore, grandi ritorni e inediti musicali, coerentemente promossi a colpi di spot live. Ad anticipare la prima di "Fratelli d'Italia" ci pensa Dado, il comico protagonista del prossimo show "Dado Star" (in scena nei giorni 8, 15, 28 e 29 dicembre). Pochi minuti d'effetto per invitare il pubblico in sala a ripetersi nei lunedì di dicembre ed accorrere presso il Teatro Golden per vedere il suo spettacolo sulle inevitabili differenze generazionali.

Giusto il tempo di ricomporsi che ecco i Favete Linguis, alias Toni Fornari e i fratelli Emanuela e Stefano Fresi, invadono la scena riecheggiando vecchie memorie di cantautorato melodico italiano. La loro crescita artistica è nel segno del Quartetto Cetra, amabilmente omaggiato durante la scorsa stagione con "Cetra...una volta" e questa volta riproposto in chiave ironica, con abili controcanti e parodie musicali inedite.

A disturbare le geometrie pentagrammatiche ci pensa il "fratello ripudiato" Augusto Fornari, escluso dal noioso trio e in cerca di patriottica ispirazione. Bisognerebbe secondo lui risvegliare le coscienze, tagliar fuori l'Italia dei furbetti e lasciar spazio a coloro che vogliono sporcarsi le mani per ricostruire una nuova nazione. Bisogna ripartire dall'Inno d'Italia per sentirci di nuovo fratelli! Pochi colpi di fanfara ed ecco la sala destarsi al richiamo del cuore, esplodendo in un tripudio canoro di passione tricolore e nostalgia per un inno e un'identità ormai vituperati. Facile colpo d'improvvisazione, fatto sta che l'inno esce fuori dalle ugole dei presenti e inonda di brio la sala.

Strappare applausi è da quel momento in poi un gioco da ragazzi...eppure i Favete Linguis azzardano un abilissimo mashup di Carosone, difendono a colpi di pentole e ironia la nostrana carbonara, regalano un malinconico sorriso nel medley targato Walt Disney e si tuffano nell'epilogo del doppio senso. Impeccabili nella tempistica i due fratelli Fornari, con l'ambivalente "tributo" al compositore Armando Fragna.

"Fratelli d'Italia" non è solo un omaggio alla tradizione del Café-chantant, è un mix equilibrato di sapori teatrali diversi, dove l'amore per il bel canto incontra la satira politica, e l'ingenuità dei cartoni che guardavamo da bambini fa da contropeso alle piccanti illazioni dei due Fornari. Uno spettacolo completo, efficace nonostante le castigate coreografie (limitate per un infortunio occorso a Emanuela Fresi un'ora prima di andare in scena) e godibile in tutta la sua estensione vocale e temporale.

 

Teatro Golden - via Taranto 36, Roma
Per informazioni e prenotazioni: telefono 06/70493826, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario spettacoli: dal martedì al sabato ore 21, domenica ore 17, sabato 29 novembre e sabato 6 dicembre ore 17, lunedì e mercoledì riposo
Biglietti: intero € 25 (+ 2 diritto di prevendita), ridotto € 20 (+ € 2 diritto di prevendita)

Articolo di: Gianluigi Cacciotti
Grazie a: Daria Delfino, Ufficio stampa Teatro Golden
Sul web: www.teatrogolden.it

TOP