Farfalle - Teatro Leonardo da Vinci (Milano)

Scritto da  Martedì, 27 Gennaio 2015 

In occasione del Giorno della Memoria, "Farfalle" racconta l'affronto più grande subito dall'uomo: il campo di concentramento. La storia trae spunto da un fatto realmente accaduto: una lettera di un padre deportato arrivata agli occhi del figlio solo 70 anni dopo. Quella lettera pone l'uomo di fronte all'orrore più grande dell'umanità.

 

lamoQuette presenta
FARFALLE
di Andrea Robbiano
con Andrea Robbiano, Simone Severgnini, Clara Terranova
scenografia Francesca Mazzarello



"Farfalle" è uno spettacolo incredibile che possiamo dividere in due momenti. Il primo è esilarante e quasi non si trova il collegamento tra cosa ci aspettiamo di vedere e cosa realmente il protagonista ci mostra. La platea ride e si diverte. Ascoltiamo la storia di un padre che scrive una lettera e racconta la propria vita a Nico, il figlio che ancora deve nascere. Il protagonista si lancia in un dialogo immaginario - di fatto un monologo magistralmente interpretato - con Nico e tutto sembra leggero e scorrevole ma ad un certo punto, con la stessa leggerezza delle battute, il teatro si ritrova in uno degli incubi peggiori: il campo di concentramento. Non ride più nessuno.

L'attore ci porta all'interno di un lager e riesce, nel vuoto di una scenografia minimale, ad affollare il palco di deportati. Riesce con la sua voce, con il suo dolore, con le sue descrizioni a farci vedere quei volti, quegli orrori. Il dolore maggiore arriva, come un pugno, quando ci racconta di un compagno di prigionia, un signore alto, con gli occhiali che “ha fatto la fine che ha fatto”: ecco, quell'uomo racchiude in sè il dramma di un milione di ebrei! E le farfalle? Le farfalle sembrano volare leggere su quel palco, in mezzo a quel dolore e a quella disperazione. Il nostro deportato le vede, eccome se le vede, le vede che volano via, fino a scomparire e a svelare in tutto il suo orrore quel filo spinato...

"Farfalle" è un'opera meravigliosa che tocca tutte le corde dell'emotività. E' un'opera che non pone particolare attenzione al fatto storico in sé, quello lo leggiamo sui libri, ma all'esperienza umana che ogni uomo “buono” in un contesto di “cattivi” ha dovuto subire.

"Farfalle" dovrebbe andare in scena ogni giorno, tutto l'anno, tutti gli anni...PER NON DIMENTICARE.

 

Teatro Leonardo da Vinci - Via Ampère 1 (angolo piazza Leonardo da Vinci), 20131 Milano
Per informazioni e prenotazioni: telefono 02/26681166 (dal lunedì al sabato dalle 15.00 alle 19.00), mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario spettacoli: lunedì 26 gennaio 2015, ore 20.45
Biglietti: intero 22 euro, ridotto under30 15euro, over60 11 euro

Articolo di: Monica Landro
Grazie a: Maddalena Peluso, Ufficio stampa Quelli di Grock/Teatro Leonardo da Vinci
Sul web: www.teatroleonardo.it

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP