Essere Leonardo da Vinci - Sacrestia del Bramante di Santa Maria delle Grazie (Milano)

Scritto da  Sabato, 20 Giugno 2015 

Da maggio a ottobre "Essere Leonardo da Vinci - un’intervista impossibile tra i suoi disegni autentici" è a disposizione della città di Milano che, in occasione di Expo 2015, ha incoronato il geniale artista ed inventore come personaggio più creativo e interessante della storia italiana. Questo è uno spettacolo scritto, diretto e interpretato da Massimiliano Finazzer Flory, che vi ha lavorato intensamente per quasi tre anni e che arriva in Italia dopo un rodaggio assai impegnativo. Ha debuttato infatti in prima mondiale in Giappone, a Tokyo, nel febbraio 2013 per quindi girare a Fukuoka e a Nagoya, concludendo il tour nipponico tra Kyoto e Osaka. E’ infine approdato negli Stati Uniti dove ha girato per ben due mesi, passando da Washington e Houston e chiudendo il tour a New York. Ogni volta viene scelto un differente intervistatore: qualcuno che ponga le domande scritte alle quali Finazzer Flory-Leonardo risponde utilizzando le parole originali del sommo maestro, pittore, inventore, anatomo-ricercatore, studioso di possibili sogni che sarebbero stati davvero realizzati solo nel futuro, come il volo dell’uomo e la possibilità di immergersi nei fondali degli oceani.

 

ESSERE LEONARDO DA VINCI
un’intervista impossibile tra i suoi disegni autentici
spettacolo teatrale di e con Massimiliano Finazzer Flory
testi di Leonardo da Vinci
coreografie di danza contemporanea a cura di Michela Lucenti
costumi della Sartoria Brancato di Milano

 

Massimiliano Finazzer Flory si trasforma letteralmente in Leonardo indossando un bel costume d’epoca ed un trucco meticoloso che lo rende molto somigliante alle immagini degli autoritratti che ci permettono di visualizzare ancora oggi il genio italiano del XV secolo; si confronta con intervistatori nostri contemporanei che parlano la lingua attuale - che sia l'italiano oppure l' inglese negli Stati Uniti, o ancora il giapponese nella Terra del Sol Levante - a cui offre risposte in lingua rinascimentale, utilizzando testi originali estratti dai Trattati di pittura e da altri volumi autentici di Leonardo, conservati da secoli nei musei più importanti del mondo. In questa "intervista impossibile", il nostro protagonista risponde a 67 domande su come sia possibile diventare pittore, quale sia stata la sua infanzia, i rapporti tra pittura e scienza, scultura e musica. Tra le risposte più affascinanti “La poesia è pittura muta… La musica è figurazione dell’invisibile” ma anche “L’occhio è il senso più importante dell’uomo, che vede la bellezza del mondo e permette la contemplazione. L’occhio misura le stelle, è la finestra dell’anima, è azione della natura”.

Idea grandiosa e lavoro straordinario, a Milano sarà ripreso fino al 31 ottobre 2015, ogni sabato presso la Sala Falck del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia ed in occasione di otto serate speciali presso la Sacrestia del Bramante di Santa Maria delle Grazie. Lo spettacolo "Essere Leonardo da Vinci, un’intervista impossibile tra i suoi disegni autentici" aiuta a scoprire i segreti, le passioni e offre perfino alcuni consigli elaborati dal grande genio italiano. In questa avventura Massimiliano Finazzer Flory sarà affiancato da due ballerini di danza contemporanea che eseguono coreografie di Michela Lucenti ispirate a due tra le più famose immagini associate a Leonardo, l’Uomo Vitruviano e l’Ultima Cena, con uno straordinario rapporto di armonia tra lo spazio e il gesto, una danza densa ed estremamente tecnica in rapporto quasi scientifico con la tavola antropomorfica che Leonardo ha saputo creare.

Unica pecca: lo spettacolo andato in scena nella magnifica cornice della Sacrestia del Bramante di Santa Maria delle Grazie - dopo una bella visita guidata all’Ultima Cena da sempre esposta nella sala del refettorio lì vicino ed un aperitivo offerto in una sala con vista sul giardino ben curato - è stato disturbato da una pessima acustica che ha reso roboanti le parole pronunciate al microfono e amplificate nella lunga, splendida sala circondata da autentici disegni di Leonardo, concessi in prestito dalla Biblioteca Ambrosiana di Milano, inficiando in alcuni frangenti la comprensione stessa della rappresentazione. Un vero peccato ma confido che, sia nell'affascinante cornice della Sacrestia del Bramante che nella sede del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia in cui andrà in scena fino alla fine di ottobre, si potranno senz'altro individuare soluzioni a questi problemi di carattere tecnico.

 

Sacrestia del Bramante di Santa Maria delle Grazie - via Caradosso 1, Milano
Per informazioni: telefono 349.0908883
Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci” - via San Vittore 21, 20123 Milano
Per informazioni: telefono 02.485551, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario spettacoli: Sala Falck del Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia - ogni sabato dal 2 maggio al 31 ottobre 2015 dalle ore 17:30 alle ore 18:30; Sacrestia del Bramante da maggio a ottobre 2015 (lunedì 25 maggio; lunedì 8 e 22 giugno; lunedì 13 luglio; lunedì 17 agosto; lunedì 7 e 21 settembre; lunedì 26 ottobre).
Biglietti: ingresso libero fino ad esaurimento posti, con prenotazione obbligatoria tramite il sito www.finazzerflory.com
Durata: 60 minuti

Articolo di: Daniela Cohen
Sul web: www.finazzerflory.com - www.museoscienza.org

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP