Due di noi - Teatro Quirino (Roma)

Scritto da  Michela Staderini Giovedì, 14 Marzo 2013 

Dal 12 al 24 marzo. Lunetta Savino ed Emilio Solfrizzi, per la prima volta insieme, sono i bravi protagonisti di “Due di noi”, commedia brillante in cui, interpretando ben nove ruoli diversi, mettono a nudo i rapporti di coppia. Con umorismo e sarcasmo, in 100 minuti e tre brevi atti unici si parla di nevrosi, tensioni, amanti, sesso e matrimoni in crisi. Ma, nonostante la verve e l'indubbio talento dei due attori, lo spettacolo, primo lavoro di Michael Frayn, non soddisfa le aspettative e non riesce a divertire e coinvolgere del tutto.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ErreTiTeatro 30 in collaborazione con LeArt’Teatro presenta
DUE DI NOI
di Michael Frayn
con Lunetta Savino ed Emilio Solfrizzi
regia Leo Muscato
scene Antonio Panzuto
costumi Barbara Bessi
luci Alessandro Verazzi
traduzione Filippo Ottoni
aiuto regia Alessandra De Angelis
produttore Roberto Toni

 

 

Dopo alcune repliche in giro per l'Italia e al Teatro Manzoni di Milano, “Due di noi” è arrivato anche al Teatro Quirino di Roma. Lo spettacolo di Michael Frayn, diretto da Leo Muscato, è composto da tre atti unici (pensati per essere interpretati da un'unica coppia di attori) che raccontano tre diverse situazioni matrimoniali, tre nevrosi di coppia, tre scene tanto quotidiane quanto paradossali.
Era il 1970 quando “Due di noi” debuttò a Londra, esordio teatrale per Michael Frayn, autore allora sconosciuto ma che dopo pochi anni avrebbe raggiunto il successo grazie soprattutto a “Rumori fuori scena”, impeccabile esempio di humour inglese e lezione di ritmo e tempi teatrali. Quarant'anni dopo, le brevi pièces di “Due di noi” sono ancora attuali: incomprensioni, incomunicabilità e dinamiche di coppia sono le stesse, oggi come allora.
Le portano ora in scena Emilio Solfrizzi e Lunetta Savino, forti dei successi televisivi e sostenuti dall'affetto del pubblico. I due sono brillanti, simpatici, spontaneamente bravi e pronti a passare da un ruolo all'altro con competenza e ritmo.
Il primo atto vede un marito e una moglie nuovamente nella stessa stanza d'albergo della loro luna di miele. Oggi però sono sull'orlo dell'esaurimento nervoso a causa del figlio neonato insonne e piangente e tra recriminazioni su alzate notturne e turni per il cambio del pannolino, il pensiero va inesorabilmente alla loro bella vita di “prima”, in un confronto tra passato e presente venato da una dolce malinconia. “Black and Silver” è la pièce più breve delle tre e forse quella in cui si ride di più, ma la scena, incentrata su luoghi comuni e situazioni in cui è facile riconoscersi, si riduce a una comicità forse troppo scontata.
Segue “Mr Foots” con un'altra coppia: seduti in poltrona, lui trincerato dietro un giornale, lei alticcia e isterica, come due novelli Vianello & Mondaini. La comunicazione nella coppia è talmente inesistente che lei (una bravissima Lunetta Savino) per sfogare tutta la sua insoddisfazione è costretta a rivolgersi, con una sorta di monologo surreale, al piede del marito, l'unica parte del suo corpo capace di avere una qualsiasi reazione emotiva.
Chinamen”, infine, ritrae un’altra scena di vita domestica. Moglie e marito scoprono di aver invitato a cena, per errore, una coppia di amici separati da poco e il nuovo compagno di lei. Dovranno quindi districarsi in una situazione delicata e potenzialmente esplosiva. Questo terzo atto è il più lungo e il più articolato dei tre e, in un crescendo di equivoci e situazioni imbarazzanti, è occasione per i due protagonisti di dare prova di grandi capacità attoriali. In un continuo gioco di entrate e uscite, cambi d'abito, d'espressione e travestimenti, i due ricoprono tutti i ruoli, con la Savino che arriva a interpretare un ragazzo hippie ventenne e Solfrizzi che trascina il pubblico anche solo con una finta risata.
Antonio Panzuto ha creato una scenografia fissa, un ambiente unico per tre situazioni diverse. Lo spaccato di un interno che, grazie al bel gioco di luci di Alessandro Verazzi, diventa di volta in volta camera d’albergo, sala da pranzo, salotto.
Sono tre i fattori che secondo il regista devono qui permeare la recitazione: “un ritmo serratissimo; personaggi con aspetti caratteriali buffi e immediatamente riconoscibili; un'energia che restituisca la percezione della leggerezza”. Ed Emilio Solfrizzi (già avvezzo e capace nel rappresentare con il sorriso le problematiche di coppia, grazie alle felici interpretazioni in “Love Bugs” prima e “Tutti pazzi per amore” poi) e Lunetta Savino, con la loro simpatia e un'indubbia capacità recitativa, centrano perfettamente l'obiettivo.
Ma a volte non basta. Ecco allora uno spettacolo in apparenza perfetto: due volti popolari e amati dal pubblico come unici protagonisti; un testo leggero nelle cui scene è semplice identificarsi; un autore il cui nome è garanzia di spettacoli divertenti e testi brillanti. Una combinazione perfetta che dovrebbe garantire brio e umorismo intelligente. Invece, nonostante la bravura degli attori che da soli reggono la scena, lo spettacolo non decolla. "Due di due" è una commedia piacevole che però nella sua estrema leggerezza non riesce a trasmettere molto più di qualche risata scontata e rimane come incompiuta. Purtroppo a volte il lato “magico” del teatro è anche in questo: in una combinazione sulla carta perfetta che però non sboccia...

 

 

Teatro Quirino - via delle Vergini 7, 00187 Roma
Per informazioni e prenotazioni:
numero verde 800013616, botteghino 06/6794585, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario botteghino: dal martedì alla domenica dalle 10 alle 19
Orario spettacoli: dal martedì al sabato ore 20.45; giovedì 14, mercoledì 20 marzo ore 16.45, sabato 23 marzo ore 16.45 e 20.45, tutte le domeniche ore 16.45
Biglietti: platea € 32 (ridotto € 27), I balconata € 26 (ridotto € 22), II balconata € 21 (ridotto € 18), galleria € 15 (ridotto € 12)

 



Articolo di: Michela Staderini
Grazie a: Paola Rotunno, Ufficio Stampa Teatro Quirino
Sul web: www.teatroquirino.it

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP