Copenaghen - Teatro Argentina (Roma)

Scritto da  Sabato, 28 Ottobre 2017 

Dal 24 ottobre al 12 novembre. Al Teatro Argentina di Roma torna “Copenaghen”, portato in scena da un tris di grandi interpreti: Umberto Orsini, Massimo Popolizio e Giuliana Lojodice. Un thriller scientifico-politico a tre voci dell’inglese Michael Frayn, che da più di 18 anni rapisce gli spettatori: un vero tuffo nel passato per chiarire cosa avvenne nel lontano 1941, quando il fisico Heisenberg fece visita al suo maestro Bohr, alla vigilia del primo devastante uso della bomba atomica.

 

COPENAGHEN
di Michael Frayn
traduzione Filippo Ottoni e Maria Teresa Petruzzi
con Umberto Orsini, Massimo Popolizio e con Giuliana Lojodice
regia Mauro Avogadro
Produzione Compagnia Umberto Orsini, Teatro di Roma - Teatro Nazionale
in coproduzione con CSS Teatro Stabile di Innovazione del Friuli Venezia Giulia
si ringrazia Emilia Romagna Teatro Fondazione


E’ un fatto storico quello da cui trae spunto la complessa ma al tempo stesso avvincente pièce che porta la firma di Mauro Avogadro: un giorno del 1941, durante l’occupazione della Danimarca da parte della Germania, Niels Bohr, fisico teorico danese per metà ebreo, e la sua fedele consorte ricevono l’inattesa visita dell’allievo più brillante ed amato dell’uomo, Werner Heisenberg.

Perché questa visita inaspettata? E soprattutto cosa portò Bohr a rientrare in casa furioso subito dopo avere iniziato una passeggiata con il suo ex-allievo, annunciandone l’immediata partenza? I contenuti di quell’insolito incontro aleggiano in un’aura di mistero, anche per volontà dei diretti interessati.

Il testo di Frayn ci propone diversi scenari di quello che potrebbe essere stato il dialogo tra i due geniali fisici nucleari, in un incontro post-mortem tra i due luminari in cui presto sarà facile individuare il parallelismo tra il principio fisico di indeterminazione - inventato per primo da Heisenberg, che asserisce che è impossibile comprendere con certezza tutto ciò che riguarda il comportamento di un oggetto fisico - e l’indeterminatezza del pensiero umano.

La visita di Heisenberg (Massimo Popolizio) che, ebreo, aveva accettato di collaborare con il regime nazista per riuscire così a proseguire nelle proprie ricerche, aveva lo scopo di convincere Bohr (Umberto Orsini) a passare tra le fila dei nazisti? Oppure lo scopo della sua visita era avvertire il collega danese dell’intenzione di Hitler di lavorare alla bomba atomica? E soprattutto perché Heisenberg si era fatto battere dagli americani nella realizzazione della bomba atomica? Aveva scientemente deciso di sabotare il sanguinario dittatore tedesco o semplicemente non era stato in grado di trovare la formula giusta?

L’intricata vicenda, di certo non priva di numerosi riferimenti alla fisica ed alla matematica quantistica, riesce ad appassionare il pubblico grazie alla magistrale interpretazione di un cast di indubbio spessore. Massimo Popolizio interpreta con passione e bravura l’inquietudine di Heisenberg, mentre Umberto Orsini si plasma perfettamente per aderire al carattere forte e spigoloso del fisico danese. Ultima, ma indubbiamente non per intensità o talento, Giuliana Lojodice veste i panni della moglie di Bohr, Margrethe, dando voce a due concetti basilari per la comprensione della pièce: l’allineamento, in quell’epoca di guerra, tra scienza e politica e la centralità della psiche umana alla base di qualsiasi evento, anche delle proprie stesse scelte.

 

TOURNÉE COPENAGHEN 2017
14 novembre – Cervignano del Friuli – Teatro Pasolini
15 / 19 novembre – Udine – Teatro Palamostre, Sala P.P. Pasolini
21 novembre – Legnago – Teatro Salieri
22 / 26 novembre – Mestre – Teatro Toniolo
28 novembre – Gorizia – Teatro Verdi
29 novembre – Cittadella – Teatro Sociale
30 novembre – Schio – Teatro Astra
1 dicembre – Mantova – Teatro Sociale
2 dicembre – Lendinara – Teatro Ballarin
4 dicembre – Aosta – Teatro
6 / 7 dicembre – Perugia – Teatro Morlacchi
8 dicembre – Rieti – Teatro Vespasiano
9 / 11 dicembre – Viterbo – Teatro dell’Unione
12 dicembre – Castelfiorentino – Teatro del Popolo
13 dicembre Cascina – Teatro Politeama
14 / 17 dicembre – Pesaro – Teatro Rossini

TOURNÉE COPENAGHEN 2018
25 gennaio – Vignola – Teatro E. Fabbri
26 / 27 gennaio – Cesena – Teatro Bonci
28 / 30 gennaio Rimini – Teatro E. Novelli
1 febbraio – Ivrea – Teatro Giacosa
2 febbraio – Biella – Teatro Sociale
3 / 4 febbraio – Lugano – Teatro Lac, sala Teatro
5 / 6 febbraio – Locarno – Teatro di Locarno
8 / 11 febbraio – Lugo – Teatro Rossini
13 febbraio – Cremona – Teatro Ponchielli
14 febbraio – Alba – Teatro Sociale
15 / 16 febbraio – Massa – Teatro Guglielmi
17 / 18 febbraio – Civitavecchia – Teatro Traiano
20 / 22 febbraio – Savona – Teatro Chiabrera
23 / 24 febbraio – Modena – Teatro Storchi
25 febbraio – Sulmona – Teatro Comunale
27 / 28 febbraio – Como – Teatro Sociale
1 marzo – Tortona – Teatro Civico
2 / 4 marzo – Pavia – Teatro Fraschini
6 / 7 marzo – Monfalcone – Teatro Comunale
8 / 9 marzo – Correggio – Teatro Asioli
10 / 11 marzo – Figline Val d’Arno – Teatro Comunale Garibaldi
13 / 18 marzo – Genova – Teatro Duse
19 / 20 marzo – Bari – Teatro Petruzzelli
21 / 22 marzo – Foggia – Teatro Giordano
23 / 25 marzo – Barletta – Teatro Curci
27 / 28 marzo – Teramo – Teatro Comunale
3 / 22 aprile – Milano – Teatro Grassi
25 aprile / 6 maggio – Napoli – Teatro Diana
8 / 9 maggio – Chieti – Teatro Marrucino

 

Teatro Argentina - Largo di Torre Argentina 52, 00186 Roma
Per informazioni e prenotazioni: telefono 06.684.000.346 (ufficio promozione) - 06.684.000.311 (biglietteria), mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Biglietteria: telefono 06/684000311/314 (ore 10-14/15-19 lunedì riposo), vendita on-line www.vivaticket.it
Orario spettacoli: martedì e venerdì ore 21, mercoledì e sabato ore 19, giovedì e domenica ore 17
Durata spettacolo: 1 ora e 50 minuti più intervallo

Articolo di: Serena Lena
Grazie a: Amelia Realino, Ufficio stampa Teatro di Roma
Sul web: www.teatrodiroma.net

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP