Conferenza Stampa di presentazione della stagione 2010/2011 - Teatro Manzoni (Roma)

Scritto da  Venerdì, 24 Settembre 2010 
Milena Vukotic

Il teatro Manzoni apre la stagione teatrale e festeggia i suoi venticinque anni di attività. Il cartellone di quest’anno offre nove proposte di intrattenimento per il pubblico, accompagnate da tanti professionisti dello spettacolo, e giovani che hanno saputo dimostrare la loro qualità e conquistare il pubblico.

 

 

 

 

 

 

Il teatro Manzoni apre la sua stagione teatrale. In cartellone, quest’anno, nove proposte di intrattenimento, accompagnate da tanti professionisti dello spettacolo, e giovani che hanno saputo dimostrare la loro qualità e conquistare il pubblico.

Pietro Longhi, direttore artistico del Manzoni, annuncia i venticinque anni di attività brillante del teatro e dà inizio all’excursus tra i vari artisti che calcheranno il palcoscenico del Manzoni a partire dal 28 settembre.

Aprono il cartellone Milena Vukotic e Valeria Valeri che, dal 28 settembre reciteranno insieme ne “Le fuggitive”, di Pierre Palmade e  Christophe Duthuron, per la regia di Nicasio Anzelmo. E’ la storia di due donne in fuga: l’una da una casa di riposo, l’altra da una situazione familiare insostenibile. Dal loro incontro nasce una nuova avventura che appassionerà e divertirà gli spettatori. Nella vita reale, Valeria Valeri e Milena Vukotic sono amiche da tempo e si dicono entusiaste per aver trovato un testo che potrà unirle in scena. La Vukotic confessa una doppia emozione per la sua prima volta al teatro Manzoni.

Carlo Alighero e Rita Forte intratterranno il pubblico a partire dal 26 ottobre con “La cicogna si diverte”, commedia ironica e divertente di André Roussin , che i due proporranno in dialetto napoletano. Ci accennano il contenuto della storia: una famiglia tradizionale napoletana, di solidi principi morali, sarà scossa dall’arrivo improvviso di uno stormo di cicogne.

Paola QuattriniAh…gli uomini che mascalzoni” sarà in scena dal 23 novembre, per narrare con ironia le vicende di una coppia in crisi (Massimo Giuliani e Gabriella Silvestri). Intorno a loro ruotano gli altri membri della famiglia, personaggi di altre generazioni: quella dei figli, e quella dei nonni (presente in sala il simpaticissimo Sergio Fiorentini). Ognuno di loro apporta il suo contributo di problematiche e scontri, naturalmente con condimento di risate. La regia è di Silvio Giordani.

L’ultimo degli amanti focosi” vede Paola Quattrini e Pietro Longhi protagonisti di una pièce ancora una volta all’insegna dell’ironia e del divertimento. Bernardo (Pietro Longhi) è proprietario di un ben avviato  ristorante ma, dopo un lungo matrimonio e cinque figli, si mette in cerca di avventure amorose. Incontrerà tre donne, interpretate tutte dalla Quattrini. Tre personaggi, tre temperamenti, tre modalità di seduzione con cui Bernardo, un Pietro Longhi dai modi di un Walter Matthaw italiano, dovrà confrontarsi.Enrico Guarnieri

L’aria del continente”, per la regia di Antonello Capodici, sarà in scena dal 25 gennaio. Enrico Guarnieri vestirà i panni di un ricco possidente siciliano che, costretto ad andare nella capitale per un banale intervento chirurgico, torna nella sua terra completamente cambiato. L’incontro con la soubrette Milla Milord ha stravolto la sua vita… Accanto a lui recita una vitale Patrizia Pellegrino.

Bisogna uccidere il clown” porta in scena un’ atmosfera e una storia surreali, al confine tra la riflessione profonda sulla vita e la comicità. L’opera è di Jean Francois Champion. Ce la presentano Elena Cotta e Carlo Alighiero: in casa di un clown si attendono degli ospiti per passare il fine settimana. Al loro arrivo, il clown scoprirà di essere in pericolo di vita. Verrà ucciso? E soprattutto: chi può essere il mandante di tutto ciò?

Lo spettacolo parte il 22 febbraio, con la regia di Carlo Alighiero.

Suoceri sull’orlo di una crisi di nervi” è presentato da una Eleonora Giorgi trafelatissima perché, come ci tiene a sottolineare, deve tornare negli studi televisivi a condurre una diretta. La Giorgi racconta il prologo della commedia: due giovani annunciano in famiglia che stanno per sposarsi; da quel momento le rispettive famiglie dei ragazzi sono scombussolate dai preparativi e soprattutto dall’insofferenza reciproca. Gianfranco D’Angelo, nei panni del suocero, ispira garanzia d’ilarità. Nel cast anche Ninì Salerno e Paola Tedesco, per la regia di Giovanni de Feudis. A partire dal 22 marzo fino al 17 aprile.

Eleonora GiorgiSe tutto va male divento famoso” è la novità portata in scena da Gabriele Pignotta, scrittore, attore e pure regista, che già ci aveva deliziato, sullo stesso palco, con “Scusa sono in riunione, ti posso richiamare?”. Campione d’incassi della scorsa stagione tornerà con le sue trovate divertenti, originali, attuali e commoventi. Con Fabio Avaro, resta fissa la coppia dei passati successi. Questa volta lo scenario è quello purtroppo noto della crisi.

Un gruppo di dipendenti, a fronte del loro licenziamento, decidono di trovare una via per il loro riscatto – ma soprattutto per il sostentamento. Individuano questa chance nella partecipazione ad un reality televisivo, unica chimera che, oggigiorno, sembra tuttavia più concreta di un qualunque impiego. Un paradosso che fa riflettere ed una fresca comicità sono dunque in scena dal 26 aprile.

Infine prende la parola Nino Marino per presentare la commedia (da lui scritta a quattro mani col maestro Nino Manfredi) di cui firma un’ennesima regia per la stagione e che chiuderà il cartellone: “Gente di facili costumi”. Lasciandosi andare al piacere di chiacchierare col pubblico, Marino ci racconta forse un po’ più del dovuto della trama. Pietro Longhi e Paola Tiziana Cruciani chiedono simpaticamente agli spettatori in sala di recarsi ugualmente a vedere lo spettacolo.

Quel che si può introdurre, riguardo la storia, è che un uomo di cultura, impersonato da Pietro Longhi, si trova costretto a vivere gomito a gomito con una donna dal modo di vivere e pensare molto lontano dal suo. In realtà tra i due c’è un abisso in termini culturali e sociali. Gli sviluppi di questo inizio problematico si potranno scoprire dal 25 maggio.

Non resta dunque che augurare … Buon divertimento!

 

Articolo di: Laura Branchini

Grazie a: Ufficio Stampa Valeria Buffoni

Sul web: www.teatromanzoni.info

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP