Come un sorcetto nel Camembert - Teatro dei Conciatori (Roma)

Scritto da  Gianni Rossi Mercoledì, 26 Febbraio 2014 

Fino al 2 marzo sarà in scena al Teatro dei Conciatori lo spettacolo "Come un sorcetto nel Camembert", per la regia di Cristina Noci, con protagoniste Barbara Lo Gaglio, Simona Meola ed Elisa Panfili.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

COME UN SORCETTO NEL CAMEMBERT
regia Cristina Noci
con Barbara Lo Gaglio, Simona Meola, Elisa Panfili
costumi Mariella D'Amico
scena Elisa Panfili

 

 

Al levarsi delle luci appare alla vista un trono al centro del palco, con una donna seduta sopra. E' legata mani e piedi e ai lati del trespolo pendono strane figure di cartone che ricordano i personaggi che popolano la fantasmagoria dei film della Walt Disney.


La donna (Barbara Lo Gaglio), vestita come una bimbetta in stile Bette Davis in Che fine ha fatto Baby Jane?, invoca l'aiuto di una spettatrice del pubblico per slegarla e donarle la libertà, dopo che la voce fuori di campo di un uomo (Il marito? L'amante? Un carnefice sadomaso qualsiasi?), le annuncia che farà ritorno a casa verso sera. Sempre fuori campo lo stridio di un'automobile che, sgommando, si allontana.


La spettatrice (Simona Meola) mossa a pietà non può fare a meno di salire sul palco e svincolarla dai nodi, restituendole in tal modo la possibilità della parola. Un male per noi altri spettatori presenti in sala, che per quasi un'ora e mezza veniamo investiti dalla loquela torrenziale della protagonista, la quale cerca di spiegare all'ormai inconsapevole co-protagonista lo strano amore che la lega (in tutti i sensi), a questo uomo cattivo. Ad aiutarla in tale compito - che, col passare del tempo, diventa solo una mera esibizione delle doti canori dell'attrice principale - una ragazza (Elisa Panfili), dalla capigliatura punk che a sua volta fa balzare alla memoria del pubblico la domestica Magenta in The Rocky Horror Picture Show.


Come succede spesso nel teatro di oggi il testo non esiste più come organo unitario a cui fare riferimento, ma viene polverizzato in una partitura polifonica attraverso cui, se il regista e gli attori sono bravi, si trasforma in quella poesia della scena che tanto fa vibrare le corde emotive degli spettatori. Nello spettacolo in questione, questa miscela di citazioni, canzoni, e spuri riferimenti risulta, tirando le somme, essere una maionese impazzita dove non si sa mai dove si voglia andare a parare.


Per carità, le attrici si impegnano al massimo, e si ascoltano con piacere le loro prove canore soprattutto quando interpretano pezzi celebri come The Man I Love di Billie Holiday, oppure I'm going home del mai abbastanza omaggiato Frank-N-Furter protagonista del The Rocky Horror citato prima, ma la sensazione della sostanziale disomogeneità di tutta questa operazione rimane.

 

E a ridar fiato ad un'opera di corto respiro non basta, dopo un interminabile siparietto sulla regina cattiva Grimilde in Biancaneve, nemmeno il tiratissimo finale protofemminista in cui la spettatrice invischiata ed attratta, come il sorcetto nel Camembert del titolo, nelle trame della prima attrice viene da quest'ultima colpita a tradimento e legata mani e piedi al trono. Facendoci così intendere che ogni donna può essere vittima dei fatali inganni e delle lusinghe del Maschio ontologicamente violento e psicopatico e in tale modo essere sempre in pericolo di cadere, se le va di lusso, nel tragico abisso della condizione di una casalinga disperata.

 

 


Teatro dei Conciatori - via dei Conciatori 5, 00154 Roma
Per informazioni e prenotazioni: telefono 0645448982 – 0645470031, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario spettacoli: martedì, mercoledì, venerdì e sabato ore 21; giovedì e domenica ore 18; riduzioni per gli studenti universitari, gli over 65, tutti coloro che si presentano in teatro come lettori di Saltinaria.it e Teatro Italiano
Biglietti: intero 15 euro, ridotto 12 euro; tessera associativa 2 euro



Articolo di: Gianni Rossi
Grazie a: Maya Amenduni, Ufficio stampa Teatro dei Conciatori
Sul web: www.teatrodeiconciatori.it

 

 

TOP