Coi nostri naufraghi cuori - Teatro Sala Fontana (Milano)

Scritto da  Domenica, 01 Marzo 2015 

Un omaggio alla parola, che è il verso dell’uomo, alla parola pronunciata, declamata, alla parola per eccellenza, quella poetica che è all’origine del teatro. Non solo poesia e teatro ma poesia a teatro. La scommessa in un mondo troppo veloce e distratto perché la poesia torni ad essere parte del quotidiano: è la parola universale per eccellenza che tutti cercano anche se pochi sanno dire. Un’occasione altresì per dar voce ai giovani, perché nuovi poeti crescono e non sono solo l’ombra dei grandi, e un punto di ritrovo per chi vuole incontrare la poesia.

 

COI NOSTRI NAUFRAGHI CUORI
Omaggio a Dino Campana

interventi e letture di Gianni Turchetta, Davide Rondoni e Laura Piazza
interventi all'arpa di Costanza Cavalli
con un brindisi in versi di Lorenzo Babini, Corrado Benigni, Daniele Bernardi, Roberta Castoldi, Giorgia Citti D'Amanzo, Tommaso Di Dio, Davide Ferrari, Massimo Mandorlo, Luca Mastrantonio, Roberto Mussapi, Alessandro Rivali, Giovanni Salis e Isabella Serra

 

La Sala Fontana, nella zona Zara di Milano, si fa promotrice di un’iniziativa di poesia quale momento di incontro e di scambio, non solo di declamazione, tra il passato e il presente, tra i grandi poeti e le nuove voci. Il quartiere è tra l’altro al centro di un processo di rivitalizzazione tra enoteche, locali molto curati, non patinati, ma attenti ad unire i sapori con i saperi. Lo stesso teatro dispone di un bel cortile cinquecentesco, quinta en plein air in estate.

L’idea alla base degli incontri è riscoprire la parola che è il verso dell’uomo e segnatamente la parola poetica. Come ci ha raccontato Laura Piazza, una delle animatrici dell’incontro dedicato a Dino Campana, attrice e cultrice della materia italianistica all’Università di Catania, «bisogna smentire l’idea che la poesia sia riservata a pochi eletti. Al contrario, il pubblico la cerca perché, come dice Davide Rondoni - poeta e altro curatore della manifestazione oltre che di numerose rassegne - la poesia “mette a fuoco la vita”. Per questo tutti la sentono come un’esigenza interiore anche se in pochi riescono a dirla.»

Quest’occasione è un modo per ritrovare la fiducia nella parola e nel verso a teatro, in un mondo che sta spogliando la parola, inaridendola, abbreviandola, disegnandola sempre più nell’etere. Ecco perché nasce l’idea di accostare la poesia al teatro, recuperando l’intreccio della poesia che ha la propria essenza - prospettiva che condivido pienamente - nell’essere pronunciata e condivisa.

L’incontro dedicato a Dino Campana è il secondo di una serie, dopo le celebrazioni per l’anniversario di Mario Luzi, in autunno, e prima di un incontro che dovrebbe tenersi in primavera sulla poesia in tempo di guerra per il centenario della Prima Guerra Mondiale. Le ragioni di questa scelta sono personali perché Laura Piazza ha vissuto con Dino Campana, oggetto della sua tesi di laurea, il suo primo amore poetico e alla serata è stato presente anche il più importante studioso italiano del poeta, Gianni Turchetta.

Le letture sono a sorpresa e nascono dall’incontro tra voci ‘nuove’, anche affermate, della poesia italiana che leggono una loro composizione accostandola ad una del poeta di Marradi, spesso conosciuto solo per i suoi Canti Orfici e che invece merita, come molti autori, una rilettura più ampia.

Il teatro Sala Fontana ha una lunga storia che il direttore artistico, Rossella Lepore, ci ha raccontato, fin da quando negli Anni ’60 era un cinema; diventato poi teatro per ragazzi - vocazione che ancora conserva nel fine settimana - è dal Duemila sotto la gestione di Elsinor, una cooperativa originale. Elsinor Teatro Stabile d'Innovazione è, in Italia, l'unico centro interregionale di produzione e programmazione teatrale. L’attività di Elsinor si dispiega sul versante della produzione di teatro di prosa e di teatro per ragazzi, dell’organizzazione di rassegne e della formazione e si sviluppa in tre regioni di grande importanza per il Teatro: Lombardia, Toscana - dove gestisce il Teatro Cantiere Florida con una scelta orientata al contemporaneo (in via Pisana) - ed Emilia Romagna, a Forlì, dove c’è il Teatro Giovanni Testori.

 

Teatro Sala Fontana - via Boltraffio 21, 20159 Milano
Per informazioni e prenotazioni: telefono 02/69015733, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario spettacoli: dal martedì al sabato ore 20:30, domenica ore 16
Biglietti: intero € 16, convenzionati € 12, under 14/ over 60 € 8, promozione speciale mercoledì posto unico € 12

Articolo di: Ilaria Guidantoni
Grazie a: Martina Parenti, Ufficio stampa Teatro Sala Fontana
Sul web: www.teatrosalafontana.net

TOP