Chie-Chan e Io - Teatro Piccolo Eliseo (Roma)

Scritto da  Antonella Vercesi Sabato, 23 Maggio 2009 
chie-chan e io

Dal 19 al 31 maggio. Due cugine unite da un legame profondo quanto ambiguo, agli occhi della società. Kaori, una donna emancipata sui quarant’anni e Chie-Chan, di cinque anni più giovane, diventano l’una per l’altra indispensabili.

 

 

 

Napoli Teatro Festival Italia, Mercadante Teatro Stabile di Napoli e Teatro Eliseo presentano

dal romanzo di Banana Yoshimoto

CHIE-CHAN E IO

di Giorgio Amitrano

con Caterina Carpio, Alessia Giangiuliani, Guglielmo Menconi, Francesca Porrini, Cinzia Spanò

regia di Carmelo Rifici

scene di Guido Buganza

luci di Jean-Luc Chanonat

stylist Simone Valsecchi

gli abiti e gli accessori esposti sono stati disegnati dagli studenti di IED Moda Lab Roma

 

Kaori e Chie – Chan vivono in un appartamento in pieno stile hi-tech, pareti bianche, carrelli multifunzionali, cassetti che fuoriescono dai muri per salvaguardare lo spazio minimal e un giardino di piante speculari, piccole, comode, di gelsomino.

Kaori, la più matura delle due è una carrierista che trascorre il tempo immersa nel glamour più assoluto, tra importanti soddisfazioni lavorative, viaggi e vestiti mozzafiato. Questa energia dissona con l’altra parte della sua giornata, a casa, dove trova pace con la cugina silenziosa e dai modi pacati. Chie-Chan aveva trascorso la sua infanzia in una comune di hippy, ma nonostante la confusione preferiva discostarsi dalla massa e isolarsi dando sfogo alla propria fantasia sensibile, non ama le relazioni sociali, nel rapporto con Kaori riesce a farsi capire senza fraintendimenti o sforzi, grazie ad una  particolare sintonia che tra le due funziona da filo comunicante.

Questo testo di Banana Yoshimoto ripercorre i temi ricorrenti nella filosofia dell’autrice, la morte, la famiglia e l’amore. L’attrice che interpreta Kaori riesce a dare al personaggio un’estetica sicura e fredda dall’animo puerile, sembra una bambina a cui si legge in viso cosa le passa per testa; nonostante la differenza d’età con la parente più giovane è lei ad essere quella fragile tra le due, che ha bisogno di qualcuno che l’aspetti a casa.

Tutto procede fino a quando l’equilibrio familiare si rompe, nel momento in cui la mamma di Chie-Chan viene a mancare e la ragazza vuole lasciare la routine cittadina per scoprire un segreto che le interessa.

Lei ha sempre saputo che sono altri i suoi genitori, ora vuole riappropriarsi di sé e della sua storia, tornando come lavoratrice nei meandri della comunità Hippy dove è cresciuta.

La sua lontananza è deleteria per Kaori nei primi tempi, in seguito combacia con l’ incontro fortuito di un uomo affascinante, attratto dalla donna le chiederà di scegliere tra l’ amore che prova per lui e quello, strano, non riconosciuto dalla società e un po’ morboso con la cugina.

Spettacolo distensivo, intelligente, con ritmo, proprio della cultura Nipponica.

 

Teatro Piccolo Eliseo

Via Nazionale 183, Roma

tel. 06 4882114 - 06 48872222

newsletter: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Telefono 06 4882114 | 06 48872222

Orario spettacoli: martedì, giovedì e sabato ore 20:45, mercoledì e domenica ore 17:00, sabato ore 16:30, lunedì riposo

Biglietti: poltronissima 22€, ridotto giovani  (fino a 26 anni) 16€

poltrona 16€, ridotto giovani (fino a 26 anni) 13€

 

Articolo di: Antonella Vercesi

Grazie a: Benedetta Cappon, Ufficio Stampa Teatro Eliseo

Sul web: www.teatroeliseo.it  

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP