Breve racconto domenicale - Carrozzerie | n.o.t. (Roma)

Scritto da  Domenica, 22 Marzo 2015 

"Breve racconto domenicale" è ciò che promette il titolo: un breve racconto di una domenica mattina dal punto di vista di quattro personaggi. Di domenica ci si sveglia ad un’ora diversa rispetto agli altri giorni, la routine della settimana lavorativa è spezzata da un tempo che riacquista peso, densità. I pensieri circolano in libero disordine, come sempre, ma in questo tempo rarefatto capita di ascoltarli. Ci s’interroga sui propri desideri, sui sentimenti, sulle emozioni che ci mancano così tanto quando tutto nelle nostre vite ha raggiunto un equilibrio più o meno stabile. E allora vanno bene anche i sentimenti negativi, che si alimentano col piacere distruttivo, tanto poi in fondo non cambierà mai nulla, perché di pensieri si tratta o perché un nuovo equilibrio sostituirà quello vecchio. Psicopompo Teatro porta in scena a Carrozzerie | n.o.t con un'inconsueta modalità di tenitura - un fine settimana al mese per tre mesi - il testo di Matiás Feldman, con la traduzione e regia di Manuela Cherubini.

 

BREVE RACCONTO DOMENICALE
di Matiás Feldman
traduzione e regia Manuela Cherubini
con Luisa Merloni, Marco Quaglia, Alessandro Riceci, Patrizia Romeo
immagini e suoni Ale Sordi
organizzazione Camilla Chiozza
produzione PsicopompoTeatro
con il sostegno di Rialto Santambrogio e Carrozzerie n.o.t.
in collaborazione con SMart-it

 

Capita a tutti di riflettere sulla propria esistenza per tentare di individuare delle risposte e decidere una direzione da intraprendere. In "Breve racconto domenicale" si è spettatori di questa intima analisi di quattro persone diverse che, in un pigro giorno festivo, si trovano a fare chiarezza sulla propria vita.

Manuela Cherubini ha tradotto il "Breve relato dominical" dell'autore argentino Matìas Feldman (testo premiato come migliore drammaturgia originale al VI Festival Internacional de Buenos Aires) e ha diretto Luisa Merloni, Marco Quaglia, Alessandro Riceci e Patrizia Romeo per realizzare la messa in scena.

Due coppie sedute una a fianco all'altra, frontali al pubblico, che non dialogano tra di loro ma si limitano a riflettere in un soliloquio: "ma a chi la sto raccontando questa cosa se io già la so?". Tutti sono accomunati dallo stesso momento, quello della mattina, chi ancora dorme e sogna e chi invece si gusta l'odore ed il vapore del primo caffè.

Sembra che la quotidianità abbia fatto perdere il sentimento a Maurizio e Rosaria nei confronti dei rispettivi compagni e per questo Maurizio cerca rifugio nel passato proprio facendo riferimento alla relazione avuta con Rosaria. Totò è consapevole dell’incapacità di stabilità emotiva di Rosaria e, nonostante sia suo marito, dichiara: “preferisco desiderare e non essere corrisposto piuttosto che smettere di desiderare”.

Si affrontano temi delicati e di grande spessore tra il mondo onirico e quello reale: rimpianti, ricordi, nevrosi, paure, la quotidianità paragonata ad una prigione e l’amore nel suo senso assoluto.

Una telefonata metterà in moto una serie di eventi concatenati ed inevitabili che lasceranno il pubblico senza fiato, totalmente assorbito dal racconto che verrà troncato bruscamente.

 

Chi e' Matìas Feldman?
Uno dei più interessanti artisti dell’attuale scena di Buenos Aires. Formatosi come drammaturgo e attore con Rafael Spregelburd e Mauricio Kartun, ha pubblicato la sua prima antologia di opere nel 2010, fra queste "Breve relato dominical" (Breve racconto domenicale), testo premiato come miglior drammaturgia originale al VI Festival Internacional de Buenos Aires, nel 2007. Sue opere sono state messe in scena a Madrid e Barcellona.

Chi sono le Psicopompo Teatro?
Da più di sette anni PsicopompoTeatro si occupa dello studio, della ricerca, della traduzione e messinscena di testi di autori argentini contemporanei. "Nei nostri spettacoli vogliamo che il teatro sia avvertito vicino, prossimo, come ciò che ci riguarda, e proprio per questo capace di coglierci di sorpresa, di spezzare le trame dell’ovvio e restituirci tempo."

 

Carrozzerie | n.o.t. - via Panfilo Castaldi 28/a, 00153 Roma
Per informazioni e prenotazioni: telefono 347/1891714 - mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario spettacoli: dal 20 al 22 marzo, dal 10 al 12 aprile e dal 22 al 24 maggio, venerdì e sabato ore 21, domenica ore 19

Articolo di: Erika Morbelli
Grazie a: Francesco Montagna, Ufficio stampa Carrozzerie | n.o.t.
Sul web: www.carrozzerienot.com

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP