Borderline - Carrozzerie n.o.t. (Roma)

Scritto da  Sabato, 03 Febbraio 2018 

La Compagnia Ragli, da sempre impegnata meritevolmente su tematiche sociali, per le quali ha ricevuto numerosi riconoscimenti, porta in scena, a Carrozzerie n.o.t., il suo ultimo lavoro “Borderline”, un’ipotesi grottesca di futuro, intriso di presente occultato fra le pieghe delle bugie di propaganda. Un ammonimento necessario ad affrontare la complessità della realtà, per restare anime libere.

 

Compagnia Ragli presenta
BORDERLINE
testo e regia Rosario Mastrota
con Antonio Tintis, Giuliana Vigogna e Matilde Vigna
assistenti alla regia Andrea Cappadona, Dalila Cozzolino
disegno luci e fonica Giacomo Cursi
scenografia Maria Chiara Arciero
Produzione Compagnia Ragli e KIT Italia
con il patrocinio di Dasud e ÀP Accademia

 

Reality entusiasti per terroristi qualunquisti, per un audience da bomba! Il muro sale, sale, la resistenza scende, scende, il cemento armato circonda le coste europee… Tutti al male! Prigionieri di se stessi, con la libertà da fessi, soldatini della tecnocrazia sbraitano video proteste palliative. Una coppia italica, autorizzata, osserva il muro, lo gestisce, lo subisce, rinchiusi in un nulla esasperante.

Ci si ciba per noia, non ci si ama con gioia, l’umanità affievolisce, diviene banalmente gretta, ottusa, confusa, reietta. Gemiti di vita, ancor sincera, risalgono dallo scantinato, immigrati o presunti tali si dimenano, annaspano, soffocati dalle rassicuranti cure, in danarosa concessione, della felice coppia. Non è tutt’oro quel che vegeta, non viene più nessuno dal mare, non va più nessuno a nuotare… qualcuno spunta dal nulla! Parla veneto ma è sicuramente straniera, giù in gabbia, “ce la pagano?” O sarà la fame nera! “Posso tenerla come animaletto da compagnia?” Video killed the reality star, ma è pur sempre capace di farti saltar.

C.a.r.a. Italia ti schivo… Uno squarcio sul Paese che è e che vorrebbero imporci. Una critica seria e motivata alla gestione dei Centri di Accoglienza per Richiedenti Asilo, che assorbono, più o meno onestamente, le risorse versate dallo Stato per la cura dei migranti, di fatto prigioni d’oro. Il governo italiano gonfia i fondi per la cooperazione allo sviluppo contabilizzando le spese per l’accoglienza in Italia e questi soldi non vanno certo nelle tasche degli “ospiti”, con buona pace delle ridicole dichiarazioni populiste che invadono, quelle sì, i nostri media e offuscano le menti.

Complimenti alla compagnia Ragli, “Borderline” è un lavoro intelligente, necessario, ben scritto e recitato, che conferma l’importanza del teatro e dell’arte in genere come chiave di lettura della nostra società, capace di schiaffeggiarci con il sorriso, di svegliarci dal torpore e di fornirci gli strumenti per contrastare questa “ottusa e spasmodica difesa della vacuità”.

 

CARROZZERIE N.O.T. - via Panfilo Castaldi 28/a, 00153 Roma
Per informazioni e prenotazioni: telefono 347/1891714, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario spettacoli: venerdì 26 gennaio ore 21
Biglietti: intero 12€, convenzioni €8 (ingresso con tessera associativa annuale €3)

Articolo di: Enrico Vulpiani
Grazie a: Erika Cofone, Ufficio Stampa LeStaffette
Sul web: www.compagniaragli.com - www.carrozzerienot.com

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP