Bamboccioni - Teatro de’ Servi (Roma)

Scritto da  Sabato, 20 Ottobre 2012 
Bamboccioni

Continua la scoppiettante stagione del Teatro de’ Servi all’insegna del buon umore, impreziosito da una sottile vena riflessiva ed arguta. “Bamboccioni”, in scena dal 16 ottobre al 4 novembre, segue pienamente la linea drammaturgica tracciata da Stefano Marafante, direttore artistico del Teatro de' Servi, che riesce con sempre maggiore successo a presentare progetti teatrali brillanti ed accattivanti, avvicinando molti di quegli spettatori convinti che il teatro sia solo fatto di classici impegnati e di difficile fruibilità, e finendo inesorabilmente per catturarli. Una linea che il pubblico ha dimostrato di apprezzare, comprendendo che ci si può divertire in modo sano senza trascurare il necessario spazio riservato alla riflessione.

 

C.T.M. presenta
BAMBOCCIONI
Ovvero che noia il posto fisso!
una commedia scritta e diretta da Roberto D’Alessandro
con Roberto D’Alessandro, Enzo Casertano, Giuseppe Alagna, Franco Barbero, Maria Cristina Fioretti
scene e costumi Clara Surro

 

In Bamboccioni”, scritto e diretto da Roberto D’Alessandro, ad essere messa sotto la lente di ingrandimento di una sagace denuncia è la tipica sindrome di “Peter Pan” che attanaglia molti uomini, sempre più spesso restii a recidere il cordone ombelicale dalla rassicurante e tranquillizzante oasi familiare, vista come isola felice in cui rifugiarsi dalla ineludibile assunzione di responsabilità che la società impone loro.
Il fenomeno dei quarantenni ancora alle prese con le attenzioni amorevoli, ma al tempo stesso spossanti, di madri scrupolose, sta assumendo dimensioni sempre più importanti e le cause non vanno ricercate solo in una pigrizia sconsiderata e dilagante, ma anche nelle oggettive difficoltà strutturali di una società incapace di determinare condizioni economiche che facilitino la realizzazione dell’indipendenza di un individuo.
Ed ecco allora che può capitare che il sindaco di un paese, al fine di facilitare l’ingresso nel mondo del lavoro e quindi nel tessuto sociale e produttivo, pensi di mettere a disposizione trenta appartamenti a ragazzi laureati che vivono ancora a casa con i genitori a fronte di una loro partecipazione alle attività dei servizi sociali. A presentarsi però saranno tre quarantenni, Anton Giulio (Enzo Casertano), Gianni Alberto (Giuseppe Alagna) e Antonino (Roberto D’Alessandro) che si ritroveranno a condividere scelte, intimità, frustrazioni nella gestione della quotidianità, intervallate dalle premurose ma altrettanto pressanti telefonate materne.
Ovviamente ne emerge un quadro divertente fatto di gag esilaranti, ma mai banali, in cui i tre attempati laureati manifestano la propria totale inadeguatezza alla gestione della vita quotidiana. A questo si aggiunge di lì a poco l’ingresso in scena di altri due personaggi conosciuti durante le ore dedicate al servizio civile, ovvero Chicca (Maria Cristina Fioretti) ed Emidio (Franco Barbero).
I due, una prostituta con problemi di alcolismo e un barbone per vocazione, rappresentano anch’essi il frutto di una società incapace di dar conto di quegli ultimi che spesso si trovano in queste condizioni non per colpe proprie ma per semplice sfortuna.
Il confronto con loro sarà spunto di riflessioni ironiche sulla nostra società e sul senso della vita e della sua precarietà, ben evidenziata da una improvvisa scossa di terremoto che vedrà coinvolti i nostri personaggi.
Ma forse è proprio questa la scossa di cui avevano bisogno, capace di innescare nei loro animi una reazione che lascia intravedere un barlume di speranza alla fine del tunnel.

 

Teatro de' Servi - via del Mortaro 22 (Via del Tritone), Roma
Per informazioni e prenotazioni: telefono 06/6795130
Biglietti: platea intero € 20 - ridotto € 16 / galleria intero €17 – ridotto € 14
Orario spettacoli: dal martedì al venerdì ore 21, sabato ore 17.30 e 21, domenica ore 17.30, lunedì riposo

 

Articolo di: Dino De Bernardis
Grazie a: Ufficio stampa Carla Fabi & Barbara Ghinfanti Comunicazioni
Sul web:
www.teatroservi.it

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP