Animali - Teatro dell’Orologio (Roma)

Scritto da  Lunedì, 10 Dicembre 2012 

Gli animali. Chi di noi osservando le persone nella vita di tutti i giorni non ha mai pensato alla rassomiglianza con gli animali? Due donne che parlano spesso sembrano due galline, alcuni ragazzi in “branco” assomigliano a scimmie, i dipendenti dal caffè a pulci impazzite… L’universo messo in scena in questo spettacolo è proprio quello di uomini-animali; uno zoo variopinto, divertente, una nuova cornice con cui delimitare i “tipi” umani.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

LABit/Circo Bordeaux presentano
all’interno della quinta edizione della rassegna Exit-Emergenze per Identità Teatrali
ANIMALI
uno spettacolo di Marco Andreoli, Gabriele Linari, Alessandro Porcu e Andrea Vaccarella
con Gabriele Linari, Enrica Nizi, Alessandro Porcu, Andrea Vaccarella
voce narrante Alvaro Vatri
aiuto regia Matteo Quinzi
costumi Ottavia Nigris
fonica e luci Flavio Tamburrini

 

 

Uno spettacolo divertente dai tempi scenici perfetti, dalle trovate poetiche, caratterizzato da un grande ritmo di fondo e dei singoli segmenti che lo compongono.
Gli attori in scena sono bravissimi; ognuno nella propria folle parte. Dall’anemone lunatica al serpente ingordo, dalla tartaruga alla pulce, dalle cicale all’alce, dall’elefante alle galline. Dalla mantide alla lumaca. Dal coniglio al pesce, alla farfalla…
Quattro attori passano da un animale all’altro con estrema facilità, entrando di volta in volta in un dialetto, in un ritmo, in una caratterizzazione ricercata ed essenziale.
Ottimo anche l’utilizzo delle luci; un disegno luci in grado di essere parte viva dello status del personaggio; del suo essere in un mondo, nel proprio mondo.
Uno spaccato di magia; un piccolo, grande gioco nel mondo che è proprio dei bambini; il gioco con gli animali che però, in fondo, rimane poi dentro ognuno di noi, nel nostro guardare il mondo.
Uno spettacolo da vedere…per grandi e piccini. Un’ora di gioco e di risate, che nasce e si trasforma in una realtà che prende una nuova e particolare forma. Una forma possibile solo grazie alla bravura di quattro grandi interpreti che calcano la scena con tutto il loro essere artisti; che passano dalla poesia al riso.
Un lavoro dalla regia invisibile, dal montaggio volutamente quasi inesistente; costruito su quadri dai colori e dall’atmosfera essenziale.

 

 

Teatro dell’Orologio (Sala Grande) - via de’ Filippini 17/A, Roma
Per informazioni e prenotazioni: telefono 06/6875550 – 06/68392214
Orario spettacoli: sabato 8 e domenica 9 dicembre, ore 21.00
Biglietto unico: 12 euro
Promozione CRAL, Studenti e Anziani ATEATROINDUE: 2 biglietti a 16 euro
Rassegna convenzionata ATAC: ogni coppia che si presenta al botteghino con l’abbonamento ATAC o con un biglietto timbrato in giornata, avrà diritto a due biglietti per un totale di 16 euro invece che 24 euro!
Inoltre tutti coloro che si presenteranno al botteghino a nome di Persinsala e Saltinaria, avranno diritto al biglietto con formula ridotta ATEATROINDUE.

 

 

Articolo di: Laura Sales
Grazie a: Maya Amenduni, Ufficio stampa rassegna Exit
Sul web: www.exiteatro.com

 

 

TOP