Amati enigmi - Teatro Franco Parenti (Milano)

Scritto da  Domenica, 04 Marzo 2018 

Dal 28 febbraio all'11 marzo, al Teatro Franco Parenti di Milano, Licia Maglietta porta in scena un monologo da lei scritto e diretto sulla grande età: “Amati enigmi”. É tratto dal libro omonimo della scrittrice e giornalista napoletana Clotilde Marghieri col quale lei vinse nell’estate del 1974, all'età di 77 anni, il Premio Viareggio. La scrittrice si rivolge al suo giovane e seducente interlocutore Jacques (melanconico personaggio shakespeariano di “Come vi piace”) ripercorrendo a ritroso la sua vita ed interrogandosi sulla stessa.

 

AMATI ENIGMI
da Clotilde Marghieri
con Licia Maglietta
mandolino Tiziano Palladino
regia, drammaturgia e scene Licia Maglietta
luci Cesare Accetta
video Massimo Maglietta
produzione Fondazione Campania dei Festival

 

Sul palco semibuio e disadorno, due figure indistinte prendono posto. Sono quelle di Licia Maglietta, in uno splendido e luccicante abito da sera, e di Tiziano Palladino, che l'accompagnerà con le note di un nostalgico mandolino.

Dopo qualche breve passo di danza che sembra ricordare quelli della morte del cigno, la Maglietta inizia a immergersi nei suoi ricordi e a riemergere come da una pesca subacquea, ricoperta di alghe, detriti e qualche stella marina che ancora scintilla.

Perché ora, in questa “grande età”, si entra in una zona di dolorosa chiaroveggenza e di tutto il brulichio di volti, parole e incontri che è stata la propria vita, resta poco. É il presente, cosi difficile da accettare ora che il corpo comincia a cedere, che rende possibile la rilettura del passato. E forse, quegli “Amati enigmi” della nostra esistenza, si scoprono ora come semplici desideri di infinito costretti nella finitezza.

Anche le proprie azioni si leggono in una luce diversa. Come la sua stessa generosità, dietro la quale si nascondeva uno spasmodico bisogno di ricevere; o il suo bisogno di correre incontro al rischio, per venirne sommersa ed uscirne poi liberata; o la tendenza al “parricidio” preceduto però dalla ricerca di figure paterne. Le passioni, considerate come motore vitale prima, ora sono viste come generatrici di schiavitù. Ma non possono spegnersi, imparano solo a mascherarsi.

Dopo aver tessuto con fatica l'ordito delle proprie certezze si ritrova ora un po' sgomenta. Forse per questo in scena, mescola le pagine dei suoi tanti diari scritti negli anni, ne confonde l'ordine cronologico che ormai ha perso di importanza visto l'accumulo di tempo; e, tra impeto e spavento, comincia a strapparle. L'attrice ricorda anche le difficoltà avute da giovane con gli uomini, spaventati, intimoriti dall'intelligenza femminile. Tutti “fuggiaschi” alla ricerca di donne superficiali, cioè di donne la cui presenza potesse tradursi in una riposante assenza.

Licia Maglietta porta in scena un testo a tratti auto-ironico, a tratti ilare su questa fase anagrafica difficile ora che le sembianze di quelli che siamo stati sono un po' scolorite. In alcuni momenti sembra che la solitudine, quella fredda, faccia capolino, ma lei, giocando con le parole, la scaccia.

C'è però qualcosa di dissonante in questa specie di confessione, come un qualcosa di non autentico, una sorta di sottile compiacimento misto ad una punta di sufficienza. Come se, anche ora, alla fine del viaggio, non ci sia la forza di denudare le parole ma si preferisca continuare ad usarle come trappole dell'immaginazione.

 

Teatro Franco Parenti (Sala AcomeA) - Via Pier Lombardo 14, 20135 Milano
Per informazioni e prenotazioni:
telefono biglietteria 02/59995206, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario spettacoli: martedì e venerdì ore 20.15, mercoledì ore 19.15, giovedì e sabato ore 20.45, domenica ore 16.15
Biglietti: intero platea 30€, galleria 23.50€; convenzioni 21€; over 65/under 26 18€ (più diritti di prevendita)

Articolo di: Raffaella Roversi
Grazie a: Francesco Malcangio e Mattia Nodari, Ufficio stampa Teatro Franco Parenti
Sul web: www.teatrofrancoparenti.it

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP