Aggiungi un posto a tavola - Auditorium della Conciliazione (Roma)

Scritto da  Domenica, 07 Dicembre 2014 

Dal 2 all'8 dicembre. Un musical originale che smentisce l’idea che questo genere di spettacolo sia solo di matrice anglosassone. Noto per l’inizio che è poi anche la conclusione, un refrain diventato quasi un modo di dire, dietro l’aria scanzonata cela l’impegno della metà degli Anni Settanta, per certi versi precursore di battaglie sociali e civili. E’ un inno alla libertà del cuore e alla consapevolezza delle scelte, oltre i precetti e i pregiudizi da entrambe le parti, una par condicio ante litteram, singolare. Lo spettacolo, che nella versione attuale presenta qualche attualizzazione, privilegia l’interpretazione e la musica - interamente cantata dal vivo - rispetto alla macchina scenica che a volte domina con lo sfavillio questo genere teatrale. Animato da un grande ritmo coinvolge senza mai far accusare la stanchezza dimostrando la modernità del musical, che spesso ci appare datato. La regia interpreta la migliore tradizione della commedia all’italiana, che con il sorriso racconta problemi e crucci, vizi e drammi della società. Resta infine una lode al potere della musica e dell’arte.

 

AGGIUNGI UN POSTO A TAVOLA
40° ANNIVERSARIO
commedia musicale di Garinei e Giovannini
scritta con Iaia Fiastri
liberamente ispirata a After me the deluge di David Forrest
musiche di Armando Trovajoli
coreografie originali di Gino Landi
regia e coreografie riprodotte da Fabrizio Angelini
scene Gabriele Moreschi
direzione musicale Gabriele De Guglielmo
costumi Maria Sabato
la scenografia realizzata dal laboratorio “Chiedi scena” di Filippo Iezzi è liberamente ispirata all’originale di Giulio Coltellacci

Interpreti e personaggi principali
Gabriele De Guglielmo - Don Silvestro
Carolina Ciampoli - Clementina
Gaetano Cespa - Toto
Serena Segoloni - Ortensia
Simona Patitucci - Consolazione
Fabrizio Angelini - Sindaco Crispino
e la partecipazione straordinaria di Enzo Garinei nel ruolo del Sindaco Crispino nelle date romane



Quarant’anni e non li dimostra, sia per la freschezza musicale sia per la regia che ha attualizzato alcuni passaggi. Dopo il grande successo della stagione 2013-2014, la Compagnia dell’Alba, in co-produzione con il Teatro Stabile d’Abruzzo, porta nuovamente in scena la commedia musicale italiana più famosa al mondo, "Aggiungi un posto a tavola", scritta da Garinei e Giovannini con Iaia Fiastri nel 1974, con le musiche di Armando Trovajoli, attraverso una tournée che è partita dalla metà di novembre 2014 e, fino a febbraio 2015, toccherà importanti città italiane tra cui: Genova (Teatro Politeama) dal 21 al 23 novembre, Torino (Teatro Alfieri) dal 25 al 30 novembre, Roma (Auditorium Conciliazione) dal 2 all’8 dicembre, Mestre (Teatro Toniolo) dal 26 al 28 dicembre, Imola (Imola Teatro) dal 31 dicembre al 6 gennaio, Bologna (Teatro Duse) dal 16 al 18 gennaio, Trieste (Teatro Rossetti) dal 5 all’8 febbraio.

La commedia debuttò per la prima volta al Teatro Sistina di Roma l'8 dicembre 1974, con Johnny Dorelli nel ruolo di Don Silvestro, Paolo Panelli nel ruolo del Sindaco e Bice Valori nel ruolo di Consolazione.

La storia è complessa e forse poco conosciuta perché la partitura e la canzone dell’inizio e della conclusione della pièce hanno preso il sopravvento e hanno reso celebre, per altro meritatamente, questo musical. In questa versione lo spettacolo è interamente cantato dal vivo e l’elemento musicale risulta ben armonizzato con il parlato e recitato senza effetti speciali e ridondanti che rendono in molti casi virtuoso, abbagliante questo genere di spettacolo, ma un po’ datato e talora perfino noioso. Gli Anni Settanta, quelli dell’impegno civile, anche nel musical si cimentano con la forza delle idee che l’Italia di quel periodo dimostra di possedere al pari della scena internazionale.

L’esordio è con uno spettacolo nello spettacolo: in un oratorio Silvestro, il parroco, appassionato di musica e della vita, dirige un coro e quella canzone sarà il leit motiv della vicenda perché invita all’accoglienza dell’altro senza giudizio, sia una richiesta che viene dall’alto, direttamente dall’Altissimo, sia l’ingresso di una prostituta nella comunità, come moglie di un concittadino. Un messaggio di attualità che più forte non potrebbe essere. E’ anche la vicenda tormentata di una coscienza e di una vocazione messa a dura prova la cui scelta finale, ribadita e confermata, avviene lungo un percorso tortuoso e non privo di insidie, per libera scelta, consapevole. Arriva forte e chiaro il messaggio della responsabilità del cuore e del peso del libero arbitrio. Interessante, come raramente accade nei musical, a dire il vero non quelli scritti in quel periodo, il testo. Sicuramente di livello l’interpretazione musicale, considerata anche la durata soprattutto del primo tempo, praticamente senza cambi di scena, che costringe gli interpreti ad una maratona.

Scenografia suggestiva, essenziale e dinamica, ricca senza abbondare nel decoro, che contribuisce a dare modernità allo spettacolo concentrando l’attenzione sul testo e sulla partitura; senza però nemmeno ridurre il piacere del décor a schizzo ed elemento di design come in una tendenza che si era affermata qualche anno fa. I costumi sono ambientati in una situazione senza tempo e forse retrodatati rispetto agli anni della scrittura, anche se la vicenda può giustamente essere ambientata precedentemente, tenendo conto soprattutto che si parla di un paesino di montagna, di un ambiente paesano e forse un po’ arretrato che potrebbe essere nel Lazio, a giudicare dall’inflessione marcata e volutamente tale di alcuni personaggi. Forse qualche incongruenza tra ieri e oggi e qualche spunto eccessivamente macchiettistico e ridanciano. Nell’insieme certamente uno spettacolo di buon livello e molto godibile.

La settimana di repliche romane, dal 2 all'8 dicembre 2014 presso l’Auditorium Conciliazione, rappresenta il centro dei festeggiamenti del quarantesimo anniversario di questa commedia musicale. Vede infatti la partecipazione straordinaria di Enzo Garinei nel ruolo del Sindaco Crispino, e si è aperta il 2 dicembre con una grande festa dedicata al quarantennale, in collaborazione con Citra Vini e San Tommaso Specialità Alimentari.

La nuova edizione della commedia, proposta dalla Compagnia dell’Alba, è la prima edizione professionale autorizzata da autori ed eredi dopo le cinque precedenti di esclusiva del Teatro Sistina di Roma. La Compagnia ha ottenuto i diritti di rappresentazione, con entusiasmo da parte degli autori e degli eredi, grazie anche a un’apposita audizione superata dagli interpreti alla presenza del Maestro Armando Trovajoli, prima della sua scomparsa.

Lo spettacolo - diretto da Fabrizio Angelini, con Gabriele de Guglielmo nella parte principale di Don Silvestro, la presenza dello stesso Angelini e di Simona Patitucci, la partecipazione straordinaria di Enzo Garinei nelle date di Roma e un cast di brillanti performer che cantano esclusivamente dal vivo (cori compresi) - fa rivivere con intensità ed energia l’indimenticabile avventura di Don Silvestro, di Clementina, del sindaco Crispino, di Toto e di Consolazione. Un’edizione fedele all’originale degli anni Settanta, nella regia e nelle coreografie, semplicemente ridimensionata nella costruzione scenica.



La Compagnia dell’Alba
La Compagnia dell’Alba, formalmente costituitasi nel 2013, nasce dall’incontro tra Fabrizio Angelini e Gabriele de Guglielmo. Ciò che da subito colpisce Angelini è la passione e l’entusiasmo che de Guglielmo riesce ad infondere negli artisti che gravitano intorno a lui, insieme ad una eccellente preparazione tecnica, soprattutto nel canto, davvero sbalorditiva in un gruppo così giovane. I due collaborano già dal 2010 con Nunsense - Il Musical delle Suore!, nel quale le loro peculiarità rispettivamente di regista e direttore musicale vengono messe al servizio dello spettacolo, e successivamente con Tutti Insieme Appassionatamente, che cementa il sodalizio. Preziosa e fondamentale si dimostra negli stessi anni la co-produzione del Teatro Stabile d’Abruzzo. La Compagnia ottiene i diritti di rappresentazione di Aggiungi un posto a tavola, per la prima volta concessi ad una Compagnia professionale al di fuori del Teatro Sistina di Roma. E lo spettacolo debutta in anteprima nazionale il 19 aprile 2013 presso il Teatro “F. Fenaroli” di Lanciano. Fondamentale all’interno della Compagnia è la presenza di Flavia Miccio, in qualità di direttore di Produzione, che ha letteralmente sposato la causa e vanta esperienze teatrali importanti come ad esempio I Promessi Sposi di Michele Guardì.



Auditorium Conciliazione - via della Conciliazione 4, Roma
Per informazioni e prenotazioni: mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. , telefono infoline 06.97602968 (dal lunedì al venerdì dalle ore 10 alle ore 13 e dalle ore 14 alle ore 18)
Orario spettacoli: da martedì 2 a sabato 6 dicembre ore 21 (apertura teatro per ingresso ore 20), domenica 7 dicembre e lunedì 8 dicembre ore 16.30 (apertura teatro per ingresso ore 15.30)
Biglietti: da euro 25,30 a euro 40,20 (i biglietti sono disponibili su Ticketone e nelle prevendite abituali)

Articolo di: Ilaria Guidantoni
Grazie a: Ufficio stampa Maurizio Quattrini
Sul web: www.conciliazionelive.com

TOP