Alla ricerca del cattolicesimo politico. Politica e religione in Francia da Pétain a de Gaulle di Michele Marchi

Scritto da  Lunedì, 25 Novembre 2013 

Venerdì 29 novembre 2013, alle ore 17.00 presso la Biblioteca di storia moderna e contemporanea - Palazzo Mattei di Giove (Via Michelangelo Caetani 32 – 00186 Roma), verrà presentata l’opera Alla ricerca del cattolicesimo politico. Politica e religione in Francia da Pétain a de Gaulle di Michele Marchi, Rubbettino, 2012. Intervengono: Gianfranco Armando, Stefano Ceccanti, Marco Damilano, Roberto Pertici. Coordina: Rosanna De Longis.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


L’assenza di una democrazia cristiana alla francese, paragonabile a quella che ha dominato la scena italiana per un cinquantennio, può esaurire il discorso quando si parla del rapporto tra politica e religione nel contesto transalpino? E ancora, quale ruolo ha avuto la Chiesa di Francia nei periodi bui di Vichy e nella fase di ricostruzione post-bellica?Quali i rapporti tra cattolici francesi, gerarchie nazionali e Santa Sede? E infine un leader cattolico, ma estremamente laico come de Gaulle, che impatto ha avuto su quella Francia definita la “figlia maggiore” della Chiesa? Il volume cerca di rispondere a questi e a molti altri interrogativi partendo dalle origini della frammentazione e del pluralismo che caratterizzano il ruolo dei credenti in politica nel contesto transalpino. La ricerca prende avvio da inizio Novecento e si conclude ai primi anni Sessanta, quando de Gaulle, una volta risolta la crisi algerina e definitivamente strutturata la Quinta Repubblica, sembra riuscire nell’operazione di fornire adeguata rappresentanza ad una militanza cattolica in larga parte legata ai temi della centralità dello Stato in economia e del primato della nazione in politica.


Michele Marchi è dottore di ricerca in storia politica dell'Europa contemporanea. E’ assegnista di ricerca presso il dipartimento di Scienze Politiche e Sociali dell'Università di Bologna. Da anni svolge attività didattica presso la Facoltà di Scienze Politiche di Bologna e quella di Forlì. E’ membro della redazione di “Ricerche di Storia Politica” e analista del Centro Studi Progetto Europeo. Si occupa di storia politica dell'Europa del XX secolo con particolare attenzione per quella francese e per il rapporto tra politica e religione in Francia ed in Italia. Ha pubblicato volumi e saggi sulla storia politica italiana e francese del '900 e tra questi Storia politica della Francia repubblicana 1871-2011, Le Monnier, 2011 (con R. Brizzi).


Gianfranco Armando è archivista presso l’Archivio segreto vaticano.


Stefano Ceccanti insegna Diritto pubblico comparato presso la Sapienza Università di Roma.


Marco Damilano, giornalista, è inviato di politica interna per il settimanale “l’Espresso”.


Rosanna De Longis è vicedirettrice della Biblioteca di storia moderna e contemporanea.


Roberto Pertici insegna Storia contemporanea presso l'Università di Bergamo.

 

Per informazioni: Biblioteca di storia moderna e contemporanea

 

TOP