"Frida Kahlo - Il ritratto di una donna" al Piccolo Eliseo Patroni Griffi di Roma

Scritto da  Michela Staderini Lunedì, 31 Marzo 2014 

È pronta per il debutto, martedì 1 aprile in prima nazionale, “Frida Kahlo – Il ritratto di una donna”, opera che si preannuncia intensa, carnale e moderna quanto la figura che vuole raccontare. Lo spettacolo, interpretato da Alessia Navarro per la regia di Alessandro Prete, sarà in scena fino al 13 aprile al Piccolo Eliseo Patroni Griffi. Protagonista, in contemporanea con la grande mostra alle Scuderie del Quirinale, la pittrice messicana Frida Kahlo, personalità forte e complessa e simbolo dell'arte messicana del Novecento, qui raccontata non con una biografia didascalica ma attraverso i suoi quadri più celebri che in scena prendono vita narrando storie di donne, in un omaggio alla forza e all'identità femminile. Uno spettacolo moderno che fonde tutte le arti visive, dal teatro alla pittura alla danza e che promette tratti contemporanei e originali, con musiche messicane contaminate da toni hip-hop, effetti di luci e proiezioni e un nuovo palco girevole.

  

 

Alessia Navarro in
FRIDA KAHLO - Il ritratto di una donna
di Alessandro Prete, Igor Maltagliati, Luca Setaccioli
regia Alessandro Prete
con Caterina Silva, Ettore Belmondo, Cristina del Grosso, Claudio Garrubba
corpo di ballo Marta Mearelli, Ilenia Jodice, Maria Celeste Sammarco, Marco Passarello
aiuto regia Valentina Morgia
coreografie Alessandra Bianchini
scene Alessio Brodolini
costumi Gisa Rinaldi
sound engineer Tiziano Stampete
light design Marco Laudando
grafiche Ince Media
consulenza storica Silvia Cardi

 

 

È solo per una fortunata coincidenza che “Frida Kahlo, il ritratto di una donna” andrà in scena (dall'1 al 13 aprile) proprio in concomitanza con la grande mostra allestita alle Scuderie del Quirinale, in un momento in cui, per cavalcarne l'inevitabile onda di popolarità, a Roma proliferano eventi e rappresentazioni sulla pittrice messicana. In realtà la storia di questo spettacolo è nata invece parecchio tempo fa, come tutti hanno tenuto a sottolineare durante la conferenza stampa di presentazione. È un progetto in cantiere da anni e ora efficacemente realizzato grazie soprattutto all'inesauribile passione di Alessia Navarro e all'aiuto dell'Ambasciata del Messico che patrocina lo spettacolo.

 

Nato da un'idea della Navarro, antropologa messicanista e attrice, di Pino Insegno e di Alessandro Prete, lo spettacolo fa parte di una trilogia teatrale iniziata con successo due anni fa con “Edgar Allan Poe”, opera multimediale fatta di cinema, musica, teatro e letteratura. E se quello su Poe era il racconto di un uomo, ecco ora il ritratto di una donna. E non di una qualsiasi: Frida Kahlo (1907-1954) è ormai molto più della pittrice simbolo dell'avanguardia artistica messicana del Novecento, è icona dell'emancipazione della femminilità. Una donna dalla personalità complessa, segnata da una vita dura, che ha saputo affrontare e superare enormi difficoltà fisiche e relazionali, una donna forte e moderna.

 

Per raccontare la sua storia, il regista Alessandro Prete ha voluto portare in scena il sottotesto dei suoi quadri e provare a raccontare la carica emotiva che la Kahlo impresse nelle sue tele.


Frida Kahlo così come la conosciamo apparirà solo a inizio e a fine spettacolo ma la sua essenza e la sua personalità permeeranno l'intero racconto. Alcuni dei suoi più celebri quadri prenderanno vita in scena raccontando storie di donne. Ogni quadro racconterà una vicenda differente, una donna differente: tante donne diverse serviranno a raccontarne una sola. Ad ogni gesto delle protagoniste corrisponderà una pennellata sullo sfondo e a conclusione di ogni storia avremo il quadro compiuto. Filo d'unione dello spettacolo sarà la simbologia delle tele, ciascuna a rappresentare un diverso sentimento. Dieci sono le opere scelte: Nascita (il manifesto della vita), Autoritratto con collana (la donna fiera davanti al dolore), La mia balia e io (il conflitto con la madre e il desiderio di maternità), Quel che mi diede l'acqua (la malattia e la morte), Qualche piccolo colpo di pugnale (il femminicidio), Autoritratto con capelli tagliati (la donna che annulla la propria femminilità), Il suicidio di Dorothy Hale (il suicidio), La colonna spezzata (l'amore), Il sogno (il dialogo con la propria coscienza), Autoritratto come Tehuana (la donna come sposa e compagna di un uomo). Non una biografia realistica quindi, non un racconto didascalico, ma uno spettacolo composto da tanti quadri d'impatto.

 

Alessia Navarro, la dott.ssa Maria Teresa Ceron Velez addetto Culturale dell'Ambasciata del Messico, il regista Alessandro Prete, Pino Insegno e gli autori Igor Maltagliati e Luca Setaccioli, tutti presenti alla conferenza stampa di presentazione dello spettacolo, non hanno esitato nel sottolineare l'iper-modernità della messa in scena e del racconto (interessante anche la scelta di avere tre autori uomini per raccontare l'animo della Donna nelle sue molteplici sfaccettature).

 

In “Frida Kahlo” si uniranno tutte le arti visive senza sovrapporsi ma fondendosi totalmente. Ci sarà un corpo di ballo per contestualizzare tempo e spazio, e poi sonorità messicane contaminate da generi diversi come l'hip-hop o la musica dance, proiezioni e luci tecnicamente nuove e addirittura un palco girevole degno dei più grandi spazi teatrali. Sono solo piccole anticipazioni che lasciano però sperare in uno spettacolo strutturato e interessante.

 

Frida Kahlo” vanta il patrocinio dell'Ambasciata del Messico e il sostegno delle Scuderie del Quirinale per la promozione. I visitatori della mostra alle Scuderie potranno assistere allo spettacolo con un biglietto al prezzo speciale di 10 euro.

 

 


Teatro Piccolo Eliseo Patroni Griffi - via Nazionale 183, 00184 Roma
Per informazioni e prenotazioni: telefono botteghino 06/4882114 - 06/48872222, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Botteghino: ore 9.30/15.00 e 15.30/19.30, lunedì chiuso
Orario spettacoli: dal martedì al sabato ore 20.45, domenica ore 17.00
Biglietti: €20 intero, €17 ridotto convenzioni ed Over 60, €15 ridotto Under30, €11 ridotto gruppi scuola

 


Articolo di: Michela Staderini
Grazie a: Maya Amenduni, Ufficio stampa Teatro Eliseo e Piccolo Eliseo Patroni Griffi
Sul web: www.teatroeliseo.it

 

TOP