Il Palladium festeggia i 10 anni con un ricco cartellone di teatro, rassegne e sperimentazioni

Scritto da  Michela Staderini Domenica, 13 Gennaio 2013 

Palladium 2013Dal 17 gennaio al 16 giugno. Il Palladium Università Roma Tre – Fondazione Romaeuropa festeggia il suo decimo anniversario e offre oltre 40 appuntamenti tra teatro, arte, musica, danza e cinema.  Presentato il cartellone di "Life is so contemporary": grandi nomi e culture emergenti si affiancano dando vita a una ricca serie di rassegne, sperimentazioni e prestigiose collaborazioni a testimonianza della continua evoluzione della scena contemporanea.

 

 

 

 

Venerdì 11 gennaio, nell'Opificio Telecom di Roma, il Rettore di Roma Tre Guido Fabiani, il Presidente della Fondazione RomaEuropa Monique Veaute e il Direttore della Fondazione RomaEuropa Fabrizio Grifasi, insieme ai moltissimi artisti presenti in sala, hanno ufficialmente annunciato il nuovo cartellone del Teatro Palladium. Il senso della stagione 2013 è già nell'immagine scelta per la campagna promozionale, dove quel piano inclinato, netta separazione tra lo spazio bianco e lo spazio nero in un gioco di rottura e contrasto, sta ad indicare l'incertezza del momento storico, l'equilibrio delicato della contemporaneità, un disequilibrio che permette però di cogliere meglio quel che accade intorno. E' proprio in questa situazione sospesa che si pone il Teatro Palladium, da sempre simbolo di sperimentazione e di apertura alle più diverse forme espressive ed esempio, in questi 10 anni, di importanti momenti d’incontro con il contesto sociale, i cittadini e il territorio.
Il programma del decennale si preannuncia estremamente ricco e vario: sei mesi di sperimentazioni e professionalità artistiche in cui vivacità, fermento, incontro e creatività sono le prime peculiarità.
Apre la stagione Alessandro Baricco - proprio lui che inaugurò la prima stagione nel 2004 - con le PALLADIUM LECTURES, quattro serate/lezioni dedicate a tematiche specifiche e abbinate a personaggi altrettanto interessanti: il Gusto & Kate Moss, la Giustizia & Tucidide, il Tempo & Luigi XVI, la scrittura & Marcel Proust. Con un interessante progetto di diffusione, le serate potranno essere seguite live in streaming su Repubblica.it e successivamente saranno trasmesse da SkyArte e F, la nuova tv di Feltrinelli in partenza a marzo.
Le due proposte della compagnia Babilonia Teatri offrono invece un ritratto della quotidianità ironico e disincantato: in THE RERUM NATURA Enrico Castellani e Valeria Raimondi, con un teatro che definiscono "pop, rock, punk", intraprendono una nuova indagine sulle età della vita; in PINOCCHIO si parla invece della vita che si risveglia dal coma, portando in scena le debolezze e la forza dei protagonisti, con il loro dolore e la loro inaspettata e liberatoria comicità.
In ORA NON HAI PIU' PAURA, seconda parte della Trilogia della gioia di Teatro Valdoca, le parole della poetessa Mariangela Gualtieri scandiscono la scena diretta da Cesare Ronconi mentre tre performer e due musicisti si esibiscono in uno spettacolo enigmatico e visionario.
THE SUIT, in co-realizzazione con il Teatro di Roma, è l'ultima produzione di Peter Brook, ispirata all’omonimo romanzo dello scrittore sudafricano Can Themba. E’ la bizzarra vicenda, dai tratti simbolici e surreali, di una coppia africana della classe media: dalla scoperta di un tradimento prende il via il racconto delle emozioni più intime dell’essere umano.
Testo, voce e corpo si confrontano invece in POCO LONTANO DA QUI di Chiara Guidi/Socìetas Raffaello Sanzio ed Ermanna Montanari/Teatro delle Albe, due personalità originalissime della scena contemporanea che rintracciano nelle lettere dal carcere di Rosa Luxemburg le parole per dire la violenza del potere.
Sul labile confine tra finzione e realtà, Antonio Tagliarini e Daria Deflorian individuano una memoria individuale, quella di  Janina Turek, come simbolo della memoria collettiva. Se in Reality i due artisti impegnano il pubblico in un dialogo immaginario con la Turek, che aveva annotato sui suoi quaderni cinquanta anni di azioni quotidiane, l’installazione Rzeczy/cose (all’Opificio telecom Italia) fotografa un mondo fatto di oggetti che custodiscono testimonianze e tracce di memoria.
Ascanio Celestini diventa protagonista assoluto del palco del Palladium a maggio con i suoi DISCORSI ALLA NAZIONE, monologhi ironici e provocatori, carichi del sentimento di lacerazione tra politici e cittadini.
Ci sono poi le rassegne: con PUGLIA IN SCENA, realizzata con Piccolo Eliseo Patroni Griffi e Teatro Pubblico Pugliese, il Palladium presenta quattro tra le sei migliori espressioni del teatro pugliese: "Dura Madre" della compagnia Fibre Parallele, "Braci" di Roberto Corradino, "Acido Fenico" dei leccesi Teatro Koreja e dei salentini Sud Sound System, "Re-Play" di Antonio Carallo Un'operazione interessante per creare sempre maggiori opportunità di crescita per l'arte pugliese oltre i confini regionali.
LA PROVINCIA IN SCENA è invece un’iniziativa promossa da Provincia di Roma e ATCL e suddivisa in due sezioni. "Territori d’autore", a cura di Debora Pietrobono, porta in scena la nuova produzione di Armando Punzo, "Mercuzio non deve morire", realizzata con la Compagnia della Fortezza di Volterra e rielaborata per il Palladium grazie alla partecipazione degli abitanti del quartiere Garbatella. La sezione "Nuove drammaturgie in scena" curata da Rodolfo di Giammarco, invece, investe su tre giovani autori, tre testi inediti, tre scritture diversissime tra loro, supportate da tre registi affermati che mettono il loro professionismo a disposizione di tre modi diversi d'essere drammaturghi. "STERILI" di Maria Teresa Berardelli diretto da Fabrizio Arcuri, "RADICI" di Niccolò Matcovich diretto da Massimiliano Civica e  "PELI"  di Carlotta Corradi per la regia di Veronica Cruciani.
Si prosegue con il ciclo di MUNICIPIO XI: il Teatro Palladium è ormai un punto di riferimento consolidato nel Quartiere Garbatella, uno spazio che ha saputo catturare l'attenzione della gente con proposte stimolanti e che sa mettere il pubblico a stretto contatto con la scena; quest'anno il Municipio XI è presente con quattro appuntamenti ("Un volo leggero…per rispondere con la vita" - "18 febbraio 1920/18 febbraio 2013, buon compleanno Garbatella nostra" - "Prove aperte di civiltà III, trame leggere solide resistenze" - "Municipio a porte aperte") a testimonianza della continua attenzione della Fondazione RomaEuropa nei confronti delle proposte territoriali.
Altrettanto consolidata, e arrivata quest'anno alla settima edizione, è la rassegna TEATRI DI VETRO - Festival delle arti sceniche contemporanee, ideata da triangolo scaleno teatro e diretta da Roberta Nicolai, grazie alla quale il teatro in ogni sua forma e linguaggio invade il Palladium e gli spazi della Garbatella.
La danza trova spazio prima in CALORE di Enzo Cosimi, dal 1982 un cult della danza contemporanea, un viaggio visionario che distrugge le convenzioni dell’essere adulti e celebra l’impulsività della giovinezza e poi in JOHN, ultima creazione di Ambra Senatore che debutterà in estate al Festival Inequilibrio Castiglioncello. E ancora nel convegno ITALIA DANZA, approfondimento sul panorama coreografico italiano a cura dell’Associazione Italiana Ricerche Sulla Danza–Airdanza e negli appuntamenti all’Opificio Telecom Italia di Waiting for DNA (Danza Nazionale Autoriale), ciclo d’incontri e performance, e DNA Kids, progetto dedicato a bambini e adolescenti.
Non solo danza e teatro, però: al Palladium c’è spazio davvero per ogni forma d’arte. Tornano CORTOONS, il festival di cortometraggi d'animazione ideato e diretto da Alessandro D’Urso e giunto alla decima edizione con oltre 1200 corti provenienti da 50 paesi del mondo, e il ROMA3FILMFESTIVAL, evento ormai radicato nella cultura cittadina con proiezioni, incontri e laboratori.
Gli appuntamenti musicali sono curati come di consueto dall’Orchestra di Roma Tre e dalla Scuola Popolare di Musica di Testaccio con programmi che spaziano dal grande repertorio ad esecuzioni più raffinate, mentre l'arte è al centro del ciclo espositivo curato dal collettivo Nu Factory con sei mostre per il foyer del teatro.
Per il secondo anno il Palladium si apre inoltre all’orizzonte letterario con il ciclo di incontri DISCORSO DIRETTO - UN ANNO STREGATO, curato dalla Fondazione Bellonci per raccontare l’avventura di scrivere attraverso quattro appuntamenti con gli scrittori Erri de Luca, Marco Malvaldi, Fulvio Ervas e Daria Bignardi.
C'è infine l'interessante iniziativa "APPENA FATTO!", curata da Fondazione RomaEuropa con Rai Radio Tre: al termine delle “prime” di ogni spettacolo, interessanti interviste per un confronto diretto tra il pubblico e gli artisti dello spettacolo appena andato in scena.
Il programma completo è disponibile su http://romaeuropa.net

 


Fondazione Romaeuropa
Info al pubblico e biglietteria: telefono 06/45553050 – mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.   Biglietteria online www.romaeuropa.net
Botteghino Palladium Università Roma Tre
aperto da martedì a domenica, dalle ore 16 alle ore 20 – tel. 06.57332768

 

 

Articolo di : Michela Staderini
Grazie a: Matteo Antonaci, Ufficio stampa Fondazione RomaEuropa
Sul web: http://romaeuropa.net

 

 

TOP