Claudio Sottocornola - Nugae, nugellae, lampi (Editrice Velar, 2009)

Scritto da  Martedì, 05 Gennaio 2010 

Claudio Sottocornola - Nugae, nugellae, lampi poesie“Nugae, nugellae, lampi” è una raccolta di poesie, che a ritroso parte dal 2008 fino ad arrivare ai “quaderni di liceo” degli anni ’70. Claudio Sottocornola alterna poesie ad immagini: 42 poesie e 42 tavole fotografiche che si completano e amplificano la funzione mnesica.

 

 

 

 

Nugae, nugellae, lampi

Poesie - Quaderno di liceo

Claudio Sottocornola

Pagine 344 - € 20.00

 

Claudio Sottocornola è ordinario di Filosofia e Storia e docente di Storia della canzone e dello spettacolo all’università di Bergamo.

Sottocornola ha da sempre attraversato in maniera trasversale diversi linguaggi e forme comunicative. La canzone italiana, la poesia, la multimedialità, la musica, la pubblicità, il cinema. “Il filosofo del pop”, così è stato soprannominato, ha pubblicato a fine 2009 il nuovo libro di poesie “Nugae, nugellae, lampi”, una raccolta di 42 poesie e 42 tavole fotografiche, che segue il fortunato “Giovinezza… addio”.

Nugae, nugellae, lampi” si presenta come un prequel del precedente libro e rappresenta un viaggio a ritroso, una moviola, un’immagine al contrario, un nastro che anziché srotolarsi si arrotola: un cammino che inizia nel 2008 e termina nel 1974, in quei “quaderni di liceo” tanto cari all’autore (con le speranze, le rabbie, le utopie di quegli anni ’70).

Il titolo “Nugae, nugellae, lampi” nasce da “nugae, nugellae”, termine con cui il Petrarca designava le liriche in volgare, cioè “sciocchezze”. Queste rime sparse di Sottocornola vengono attraversate da “lampi”, intuizioni accecanti.

In effetti l’idea di alternare poesie e scatti fotografici (non correlati fra loro) amplifica l’enorme funzione mnesica di immagine e poesia. Il ricordo e la memoria vengono dilatati in maniera esponenziale, e quei “lampi” di cui sopra illuminano a giorno la notte buia del passato. Immagini e poesie che in come in una congiunzione astrale bloccano il tempo in un determinato istante storico (alcune poesie riportano la data e l’ora della creazione!) mettendo a fuoco sensazioni e pensieri, fusione di differenti campi sensoriali.

Le immagini presenti nel libro sono tratte da ciò che ben presto diventerà mostra e Dvd: “Il giardino di mia madre e altri luoghi”.

L’arte e l’eclettismo di Sottocornola, si sono espresse nel precedente libro “Giovinezza… addio” del 2008, raccolta di poesie dal 1974 al 1994, con in allegato un Cd musicale. In più nel 2005 Claudio Sottocornola ha pubblicato una trilogia in Cd (“L’appuntamento”) e un Dvd video “L’appuntamento - The Video”.

A confermare l’eclettismo, Claudio Sottocornola ha pubblicato nel 2007 un Dvd multimediale “80’s/eighties”, una raccolta di immagini (dalle pubblicità ai personaggi famosi) ripescate dal cassetto del 1981, quando l’autore aveva solo 22 anni.

In sintesi, “Nugae, nugellae, lampi” emoziona per l’associazione immagini-poesie, un percorso passo dopo passo a ritroso nel tempo, dove la memoria è sempre lì, dietro l’angolo. E’ come camminare, ma all’indietro: siamo investiti dai ricordi del passato, ma abbiamo lo sguardo fisso al futuro.

Perché anche questo è eclettismo.

 

 

 

Articolo di: Ilario Pisanu

Grazie a: Ufficio Stampa Synpress 44, Claudio Sottocornola

Sul web: www.cld-claudeproductions.com

TOP