Il grande mago - Teatro della Cometa (Roma)

Scritto da  Venerdì, 31 Gennaio 2014 

Rimarrà in scena al Teatro della Cometa dal 28 gennaio al 16 febbraio, "Il grande mago" (tratto da una storia vera), scritto da Vittorio Moroni, con la regia di Giuseppe Marini. Protagonista è Luca De Bei. Lo spettacolo torna in scena dopo il grande successo di pubblico e di critica ottenuto nella passata stagione.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Compagnia della Luna e Società per Attori presentano
IL GRANDE MAGO
(tratto da una storia vera)
di Vittorio Moroni
con Luca De Bei
regia Giuseppe Marini
costumi Alessandra Cardini
disegno luci Marco Laudando
organizzazione Rosy Tranfaglia, Franco Clavari

 

Io sono un errore.
Un errore di nome Andrea.
Femmina in corpo di maschio.
Amo le donne senza poter essere uomo.
Tu sei il Grande Mago, creatore di ogni cosa. Io in te ci credo e ti domando:
Perché? È stato davvero un errore oppure è un castigo?
Non posso stare qui, fermo davanti ad uno specchio deforme. […]
E tu Simone?
Perché mi guardi in quel modo?
Hai paura perché non sono come gli altri papà?
Eppure ti amo più di ogni altra creatura del Grande Mago.

 

Ci sono spettacoli che ti entrano dentro, a cui nonostante il trascorrere delle ore sembra impossibile riuscire a smettere di pensare. E’ questa la reazione suscitata dal monologo "Il grande mago", portato in scena magistralmente dal bravissimo Luca de Bei, che torna sul palcoscenico come interprete dopo essersi dedicato per diversi anni prevalentemente alle attività di autore e regista. E non stupisce affatto che, ormai un anno fa, abbia deciso di farlo proprio con questo lavoro che, grazie al prezioso testo di Vittorio Moroni ed all'attenta regia di Giuseppe Marini, rende l’attore unico protagonista sul palcoscenico, non solo nel duplice ruolo di Andrea - Aurora, due diverse sembianze di una stessa unica e tormentata personalità, ma anche in quello dei molteplici personaggi che incroceranno il suo percorso di cambiamento.


De Bei è solo immerso nella semi-oscurità, unico oggetto di scena una sedia posizionata al centro del palco; attraverso l’ausilio di un debole gioco di luci e di pochi effetti sonori, il suo compito sarà quello di illustrarci il calvario psicologico di un percorso faticoso che parla di trasformazione, di consapevolezza, ma soprattutto di solitudine. Ha una parrucca bionda in testa, pantaloni bianchi attillati ed una candida camicia di seta, che accompagna morbidamente i suoi movimenti goffi.


Luca De Bei da quella sedia, su cui si arrampica, si attorciglia come in uno spasmo, ci racconta la storia di metamorfosi di Andrea, quella che gli ha consentito di riscattare a caro prezzo la sua vera personalità, femminile. Ci parla di vergogna, di estraneità del proprio corpo, di disgusto di una sessualità declinata al maschile che non viene riconosciuta come propria; ci parla di disprezzo e di umiliazione, ma anche di vicinanza e di fratellanza; ci parla di amore, di un amore fragile ancora di salvataggio per anime naufraghe, che presto si tramuterà in distanza, distacco, estromissione; ma anche di un amore saldo, sano, che resiste ad ogni forma di allontanamento, di un amore che è tenerezza e sacrificio, quello per il proprio figlio.


Liberamente tratto da una storia vera, "Il Grande Mago" è un urlo, una confessione di chi ha deciso di rimanere per troppo tempo in silenzio. Una storia di morte e di rinascita, di rivendicazione a qualunque costo di una propria identità che, sebbene con mani e piedi deformi, sia finalmente autentica. Un percorso dell’anima, di un’anima che per troppo tempo è rimasta rinchiusa in un corpo sbagliato, drammatico errore di chi tutto ha creato e tutto può, il Grande Mago.

 

 

 

Teatro della Cometa - via del Teatro Marcello 4, 00186 Roma
Per informazioni e prenotazioni: telefono 06/6784380
Orario prenotazioni e vendita biglietti: dal martedì al sabato, ore 10:00 -19:00 (lunedì riposo)
Orario degli spettacoli: dal martedì al venerdì ore 21, sabato doppio spettacolo ore 17 e ore 21, domenica ore 17
Biglietti: 22 e 18 euro



Articolo di: Serena Lena
Grazie a: Maya Amenduni, Ufficio stampa Il Grande Mago
Sul web: www.teatrodellacometa.it

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP