A-men - Teatro Leonardo (Milano)

Scritto da  Raffaella Roversi Sabato, 18 Gennaio 2014 

Pop 451 con la collaborazione di Quelli di Grock ha presentato, al Teatro Leonardo di Milano, sabato 11 e domenica 12 gennaio, lo spettacolo A-Men, Gli Uomini, Le Nuove Religioni E Altre Crisi, scritto da Walter Leonardi e Carlo Giuseppe Gabardini. Walter Leonardi, da solo sul palco, attraverso una serie di divertenti monologhi, porta il pubblico a ripercorrere con lui le tappe del suo percorso, iniziato nel momento in cui si accorge di essere in crisi. In crisi con il lavoro, con la compagna, con un passato di rimozione. Con la società, con la sua forma fisica, con la spiritualità. E con lui si ride, tra ironia, verità e visioni.

   

 

 

Pop 451 presenta
A-MEN
GLI UOMINI, LE NUOVE RELIGIONI E ALTRE CRISI
scritto da Walter Leonardi, Carlo Giuseppe Gabardini
con Walter Leonardi
regia Walter Leonardi
collaborazione ai testi e alla regia Paolo Li Volsi
collaborazione artistica Terzo Segreto di Satira
effetti sonori e musiche originali Paolo Li Volsi
costumi e attrezzeria di scena Paola Tintinelli
direzione tecnica Anna Merlo
organizzazione e produzione esecutiva Marta Ceresoli

 

 

Cosa può fare un attore di 45 anni, che durante uno stand-up si accorge che il mondo che aveva creduto in ordine non lo è più, che si sfalda tutto dentro e fuori di lui? Fa quello che la paura porta a fare: scappa via dal palco, lasciando il pubblico attonito. Ma dove si corre, dove si può andare, cosa bisogna cercare per riempire quel vuoto enorme che si ingigantisce dentro di noi?


L’amore, già, l’amore. Questo è davvero il primo appiglio che viene a cadere. L’attore “fuggitivo” scopre infatti la sua compagna a letto con il vicino. Allora chiama la madre, per cercare di recuperare la memoria, avvenimenti dell’infanzia rimossi, episodi dolorosi volutamente dimenticati. Ma la mamma è occupata, non ha tempo e gli suggerisce, frettolosamente, di occuparsi della sua spiritualità.


Lontano dalla visione equilibrata di Nathan il saggio e dalla sua parabola dei tre anelli, il nostro eroe si affaccia sulla soglia delle religioni monoteistiche con un bisogno bulimico di essere riempito da certezze. Ma trova nelle tre religioni una rigidità che lo spinge a cercare altrove. Arriva anche da Scientology, il tempio del denaro, ma scappa anche da là.


Sfoga in bicicletta la rabbia dell’abbandono, la privazione dell’eredità in senso metaforico, visto che i padri non si sono interessati ai figli; essi hanno preferito fare i fratelli maggiori, tesi come erano, a rincorrere soldi e immagine. Non hanno dato la legge, il senso del limite. Hanno calpestato le tradizioni, profanato il sacro, “allargato” le famiglie. Ed ora sessantenni, non ne vogliono sapere di fare i nonni. Il problema è stato che un’intera generazione di figli li ha aspettati senza prendere responsabilità, senza pensare a farsi le proprie leggi. Allora, in un raptus fideistico, Leonardi si improvvisa vate di una nuova fede: quella tecnologica. Ed innalza, su un altare casareccio, mentre sacrifica l’ I Pad, il suo credo: “Credo in Steve Jobs, creatore di tutto il “touchabile”, credo in un solo processore, nei templi Applestore. Ave, I Pad, pieno di Ram, dacci oggi il nostro browser quotidiano”.


Spettacolo divertente, scritto da Walter Leonardi e Carlo Giuseppe Gabardini, due compagni di corso alla scuola di Quelli di Grock nel 1989. Regala risate, pur tra le mille sfaccettature della crisi.

 

 

WALTER LEONARDI ha lavorato in tutti i contesti dello spettacolo con artisti come Paolo Rossi, Serena Dandini, Davide Ferrario, Carlo Mazzacurati, Francesca Archibugi, Giorgio Barberio Corsetti (Premio Ubu 1999 per lo spettacolo Il Processo). È attore e autore e dal 2003 scrive, dirige e interpreta i suoi spettacoli.


CARLO GIUSEPPE GABARDINI è attore, autore e sceneggiatore diplomato alla Civica Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi. Fra le altre cose, ha scritto: monologhi di teatro civile (Acqua Porca. Storia dell’ACNA di Cengio; Giulio Cesare); per il teatro ha scritto spettacoli per Paolo Rossi, Sabina Guzzanti, Enrico Bertolino; è anche autore televisivo.
Per il cinema ha scritto due cortometraggi: In tram, vincitore del NICE festival di New York; e 1937.

 

 

 

Teatro Leonardo da Vinci - via Ampère 1 (angolo Piazza Leonardo da Vinci), 20131 Milano
Per informazioni e prenotazioni: telefono 02/26681166, mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Orario degli spettacoli: sabato 11 gennaio ore 20.45, domenica 12 gennaio ore 17
Biglietti: intero 15,00 euro

 

Articolo di: Raffaella Roversi
Grazie a: Anna Dotti, Ufficio comunicazione Quelli di Grock - Teatro Leonardo da Vinci
Sul web: www.teatroleonardo.it - www.walterleonardi.net

 

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP