shadow film federico zampaglioneIl 10 Maggio del 2010 si è svolta, al Multisala Adriano di Roma, la prima italiana del film “Shadow” di Federico Zampaglione: un viaggio incredibile tra la realtà e la finzione dell’horror; due parti distinguibili, ma più vicine di ciò che sembra.

Dall’11 al 16 Maggio 2010. Beatrice lascia il suo sposo a pochi mesi delle nozze in favore di uno spiantato Flavio, di qualche classe sociale inferiore a lei. Il fratello di lei, Giordano, farà di tutto perché queste nozze non avvengano: riuscirà l’amore a trionfare su tutto?

aspettando il gateau

Dall’11 al 16 Maggio. Si potrebbe pensare a uno spettacolo sconsigliabile per chi è a dieta, ma non è così. Nella cucina di un ristorante si consumano a suon di padellate, soffritti e ordinazioni le vicende di dieci personaggi tra camerieri, cuochi e improbabili investigatori… e si ride così tanto, che il pensiero del cibo vola via.

napoli milionaria

Dal 4 al 16 maggio 2010. Il capolavoro del teatro di Eduardo De Filippo rivive sul palcoscenico del Teatro Delle Muse di Roma in tutta la sua dirompente carica espressiva, presentandoci uno spaccato storico-sociale della Napoli del periodo del secondo conflitto mondiale che, nonostante i decenni trascorsi, conserva una sconcertante e drammatica attualità. Miseria, disoccupazione, incomprensioni familiari, delinquenza e la tragedia della guerra e della deportazione nei campi di concentramento vengono rilette nelle pagine della quotidianità di una famiglia di umili condizioni. Commozione, risate e tutta la vivida e coinvolgente passione di una delle pietre miliari della drammaturgia novecentesca italiana conquistano il pubblico romano grazie al vigoroso talento recitativo della compagnia Attori&Company, diretta magistralmente da Mario Antinolfi, regista e attore protagonista dello spettacolo.

le rose di jurgen

Giunta alla quarta edizione, la rassegna di teatro omosessuale Liberi Amori Possibili, organizzata dal teatro Libero di Milano, presenta al secondo appuntamento Le Rose di Jurgen, un testo di una giovane associazione culturale fiorentina che conquista per la sua immediatezza e la sua delicata tragicità nel raccontare in prima persona il dramma di un ragazzo omosessuale nella Berlino degli anni '30, ormai capitale del terzo Reich.

dignità autonome di prostituzione

Dal 27 al 30 aprile. Dopo lo straordinario successo riscosso appena un mese fa nell’ambito della rassegna “Quirino Autogestito”, ritorna sul luogo del delitto il ciclone di esuberante erotismo, disincantata ironia, intelligente creatività ed incontenibile passione per l’arte teatrale che risponde al nome di “Dignità Autonome di prostituzione”: oltre quaranta attori, cantanti e musicisti, capitanati dalla fervida fantasia del regista-amministratore del bordello Luciano Melchionna, ci regalano ancora una volta una nottata indimenticabile.

TOP