Dal 7 al 16 dicembre. Serena Autieri torna in scena con uno spettacolo che non smette di emozionare e di riscuotere un notevole successo di critica e di pubblico: “La Sciantosa”, diretto da Gino Landi, che racconta la storia di Elvira Donnarumma, celebre sciantosa napoletana, portatrice dei valori musicali della tradizione della canzone partenopea e di una sensualità femminile affascinante e senza tempo.

Un percorso frammentario come uno specchio rotto, un puzzle dell'esistenza le cui tessere vengono rimontate con sensibilità e passione da Melania Fiore con un flusso di coscienza che attraversa la vita della grande scrittrice Anna Maria Ortese, un fiume carsico di madeleine che confluisce in una valigia in cui il tempo si ferma e da cui scaturisce la figura di una donna bambina sospesa tra sogno e nostalgia.

Spettacolo grandioso, possente, che si appoggia su una grande coralità sostenuta dall’interpretazione convincente degli attori ma soprattutto sulla scenografia, imponente anche se non particolarmente innovativa né raffinata. Interessante l’uso dell’elemento video. Il grottesco militaresco è riproposto senza novità seppur con grande energia. Bella la composizione scenica e dell’azione nonché dei testi per cui il tema della Prima Guerra Mondiale diventa universale, una presa di posizione contro tutte le guerre che disfano e inquinano anche i rapporti personali. Ironico in alcuni punti l’uso della musica.

Preciso, ma non pedante. Emozionante, ma non retorico. Approfondito, ma non noioso. È un racconto riuscito di una vicenda complessa, quello che Fabrizio Coniglio, autore e interprete insieme ad Alessia Giuliani, ha realizzato sul palco del Teatro Argentina con "Il viaggio di Nicola Calipari".

Le Rane - Teatro Eliseo (Roma)

Scritto da Domenica, 02 Dicembre 2018

Dal 27 novembre al 9 dicembre. Dopo lo straordinario successo dello scorso anno al Teatro Greco di Siracusa, tornano “Le Rane” di Aristofane con Ficarra e Picone, in una nuova edizione pensata per i teatri all’italiana. Riuscire a far ridere con un testo di 2500 anni fa, questa è la missione dei due celebri comici: ci riusciranno?

La malinconia del tempo che scorre inesorabile, il controverso rapporto genitori-figli e la ritrovata serenità di una consapevolezza maggiore di sé e dei propri limiti sono al centro di “Un autunno di fuoco” del drammaturgo americano Eric Coble, andato in scena al Teatro Ghione con la regia di Marcello Cotugno e protagonisti Milena Vukotic e Maximilian Nisi.

Pagina 3 di 278
TOP