Il celebre film di Pupi Avati arriva a teatro, con l’adattamento di Sergio Pierattini e la regia di Marcello Cotugno, portando in scena una metafora crudele della vita: il poker specchio dell’illusione dell’amicizia. Uno spettacolo che ferisce, anche se ci sono momenti di comicità gustosa, sempre intrecciati con il gusto amaro della vita. Interpretazione corale di profilo, con Gigio Alberti nella parte caricaturale del “pollo da spennare”, in realtà avvocato provetto e di magistrale astuzia. Avvolgenti e coinvolgenti la scenografia e il gioco delle luci con le pareti che cambiano secondo le atmosfere e un’immaginaria parete vetrata sul cortile. Una resa d’effetto e di grande modernità.

Dal 30 aprile al 12 maggio. La AST Company, apprezzata compagnia e scuola di improvvisazione teatrale, porta in scena, al Teatro Stanze Segrete di Roma, la sua ultima fatica, tutt’altro che improvvisata, “La Resilienza”, scaturita dal progetto artistico “Studi nudi di improvvisazione teatrale”. L’ambizione è grande, ovvero quella di verificare, appunto, la capacità di resilienza degli attori e delle persone in genere, ovvero la capacità di far fronte in maniera positiva a eventi traumatici e di riorganizzare positivamente la propria vita.

Dal 3 al 12 maggio. Dal discusso e complesso romanzo di Domenico Starnone, una versione semplificata per due sole voci e una stanza, diretta da Andrea De Rosa. In “Autobiografia erotica”, in scena al Teatro Piccolo Eliseo di Roma, insieme ai due protagonisti Aristide e Mariella, siamo chiamati ad analizzare e a sviscerare ciò che si nasconde dietro un “banale” atto sessuale.

Dal 7 al 19 maggio. Trentatré anni dopo il pluripremiato film omonimo, uno dei più grandi capolavori della lunga carriera del regista Pupi Avati, il cult "Regalo di Natale" torna, stavolta a teatro, al Quirino di Roma.

Dal 7 al 26 maggio è in scena al Teatro Filodrammatici di Milano “Appiccicati - un musical diverso” di Ferran González, Alícia Serrat e Joan Miquel Pérez, con la regia di Bruno Fornasari: l’escamotage del teatro nel teatro, per due ore spassose accompagnate da un testo spiritoso, irriverente e originale, con un finale tenero e un gran ritmo. Regia puntuale e interpreti brillanti, con una scena fissa che non annoia e si traveste con suggestioni da ombre cinesi che ammiccano all’idea del film di animazione.

Dal 3 al 12 maggio. Dopo il grande successo di "Epos: Iliade, Odissea, Eneide" ai Mercati di Traiano, Vincenzo Zingaro torna ad occuparsi dell'epica, questa volta quella cavalleresca del '500, mettendo in scena l' "Orlando Furioso" ariostesco al Teatro Arcobaleno.

Pagina 3 di 285
TOP