Dal 22 marzo al 9 aprile. Divertente, graffiante e ancora attualissimo a venticinque anni dal suo debutto, torna al Teatro della Cometa di Roma “Risiko - Quell'irrefrenabile voglia di potere”, testo di Francesco Apolloni e regia di Vanessa Gasbarri. Come in una partita a Risiko, alcuni giovani aspiranti politici, scaltri e privi di scrupoli, preparano strategie e muovono pedine alla ricerca del potere a tutti i costi. Una commedia brillante ed incisiva: 100 minuti per ridere, amareggiarsi, riflettere.

Dal 14 al 19 marzo il Teatro Elfo Puccini di Milano ha ospitato la produzione di Progetto Teatrando “I Malavoglia”, tratta dal romanzo di Giovanni Verga. La riscrittura di Micaela Miano mette a fuoco i momenti principali dell’opera verghiana, gli accadimenti nefasti capaci di cambiare la vita della famiglia. La regia di Guglielmo Ferro rispetta la volontà dell’autore di creare una rappresentazione “a ciglio asciutto”; il regista offre infatti uno spettacolo di compatto rigore apprezzato dagli adulti e molto indicato per un pubblico giovane.

Idiota - Teatro India (Roma)

Scritto da Martedì, 21 Marzo 2017

Dopo “L’uomo con gli occhiali da hipster”, Roberto Rustioni, premio Ubu 2011 come miglior novità straniera per “Lucido”, prosegue con la messa in scena di “Idiota” la sua fascinazione e meritoria opera di divulgazione per i testi di Jordi Casanovas, drammaturgo e regista teatrale catalano, apprezzato per i suoi testi spiazzanti e aderenti alle idiosincrasie della società contemporanea. “Idiota è un testo sulla crisi, la crisi economica globale e le nostre crisi personali, i nostri tentativi spesso goffi e comici per riuscire a stare a galla malgrado tutto e tutti”.

Torna sul palco del Franco Parenti il disastro di lamiere ancora fumanti di Qui e Ora, o meglio, la pungente comicità di Mattia Torre di cui già ci siamo nutriti con la serie tv Boris. Nutriti, ma non saziati: ecco perché Paolo Calabresi e Valerio Aprea, il più egocentrico degli chef e il più normale degli uomini, continuano a far ridere ancora, senza sosta. Lo fanno Qui e Ora; a essere precisi, lo fanno dopo un incidente stradale, in attesa dei soccorsi che non arriveranno mai.

All’interno della settimana in sostegno del Teatro dell’Orologio, il Centro Teatrale MaMiMò ha portato a Roma il lavoro “Scusate se non siamo morti in mare”. Andato in scena al Teatro India, il testo di Emanuele Aldrovandi con la regia di Pablo Solari si interroga sulla migrazione, sia come fenomeno politico che come evento naturale.

Sergio Basile è approdato dal 7 al 12 marzo al Teatro dei Conciatori con un Cechov del tutto particolare. In scena accanto a Basile, autore, interprete e regista dello spettacolo “Cechov fa male! Sincopi deliqui infarti e altri mancamenti”, Barbara Scoppa, Claudia Natale e Yuri Napoli.

Pagina 1 di 245

TOP