Livia Ferracchiati propone alla Biennale Teatro di Venezia con “Todi is a small town in the center of Italy” un'acuta indagine sulla provincia italiana e sui limiti che il controllo sociale pone alle libertà individuali.

“Ballano, cantano, senti che brivido…questa è la vita fantastica di St. Tropez” cantava Peppino Di Capri facendo sognare intere generazioni sulle estati da brivido nella magnifica cornice del mare francese. Erano anni in cui la vita era dolce, la ricca borghesia in ascesa dava sfoggio dei simboli del proprio benessere: macchine sportive, case confortevoli, lunghe vacanze nelle spiagge più eleganti, abiti di classe, gite a Cannes, domestici in casa, puntate al casinò. L’esistenza scorreva placida, senza preoccuparsi di politica e di denaro, tra una vacanza al mare e l’altra i mariti facevano affari e le donne si occupavano della casa e dell’educazione dei figli. In mezzo ad un mare di tradimenti, scappatelle e piccole infelicità coniugali. In questa cornice si svolge la vicenda di Suzanna Andler, nata dalla penna di Marguerite Duras, nella traduzione di Natalia Ginzburg, messa in scena al Teatro Litta di Milano dal regista Antonio Syxty. Ne sono protagonisti Caterina Bajetta, Guglielmo Menconi, Elisabetta Scarano, Pietro De Pascalis, Maurizio Salvalalio e Gaetano Callegaro.

Dal 18 luglio al 4 agosto. La magia del passato rivive nelle novelle del “Decameron” di Boccaccio rappresentate al calare del sole in un suggestivo chiostro cinquecentesco con la regia di Andrea Baracco. 12 giovani attori, in un ironico e vitale affresco di tipi umani, raccontano amori, morti, tradimenti e amicizie celebrando il potere della parola come antidoto alla sofferenza.

Milano Blues - Teatro Libero (Milano)

Scritto da Lunedì, 24 Luglio 2017

Come ormai di consueto, il Teatro Libero di Milano resta aperto anche d'estate e in questo luglio infuocato ha presentato una rassegna dedicata alle opere prime degli under 35, 'Liberi d'Estate', con serate dedicate ogni volta a differenti spettacoli. Domenica 2 luglio è stata la volta di “Milano Blues”, spettacolo inserito nella sezione Banco di Prova, una settimana dedicata ai giovani autori che non solo hanno messo in scena per la prima volta le loro opere in forma di reading presso Isolacasateatro, ma le hanno poi elaborate e perfezionate dopo un confronto con critica e pubblico fino all'approdo attuale. I sei testi scelti sono stati vagliati e diretti da Manuel Renga, co-direttore artistico del Teatro Libero, grazie anche a Susanna Verri che ne ha seguito la creazione.

Lo scorso 10 luglio Castel Sant’Angelo, in occasione dell’anniversario della sua morte, ha reso omaggio all’imperatore Adriano, ospitando una serata teatrale con Roberto Latini, uno degli attori più efficaci e sensibili del nostro tempo, sostenuto dalle musiche di Gianluca Misiti eseguite dal vivo da Claudia Della Gatta e Luisiana Lorusso. La poesia che offre il titolo alla serata, “Animula vagula blandula”, è il breve componimento con cui Publio Elio Traiano Adriano si accomiatò dalla sua anima. L’opera è stata utilizzata anche dalla scrittrice Marguerite Yourcenar nel suo celebre “Memorie di Adriano” ed introduce l’omaggio all’imperatore Adriano in veste di protettore delle Arti, della Letteratura e della Poesia. La rassegna “Sere D’Arte. Arte, Musica e Teatro a Castel Sant’Angelo” è promossa e organizzata dal Polo Museale del Lazio, diretto da Edith Gabrielli, nel più ampio ambito di "ARTCITY Estate 2017, arte, musica, spettacoli a Roma e nel Lazio".

E’ Bal - TeatroLaCucina (Milano)

Scritto da Domenica, 23 Luglio 2017

È un canto d’amore intimo, passionale, viscerale, in cui ci sono tutto il dolore dell’abbandono, la solitudine e la consapevolezza del proprio amaro destino; quello di Ezia, la protagonista di “E’ Bal” del poeta Nevio Spadoni, messo in scena da Roberto Magnani e Simone Marzocchi del Teatro delle Albe e rappresentato al TeatroLaCucina, all’interno della manifestazione “Da vicino nessuno è normale”.

Pagina 6 di 256
TOP