Ebrei o palestinesi? Palestinesi o ebrei? Semplicemente esseri umani. Dal 7 al 17 febbraio è andato in scena al Teatro Marconi di Roma “Love’s Kamikaze” di Mario Moretti con la regia di Claudio Boccaccini.

Ferdinando Bruni e Francesco Frongia sono stati affascinati dalla donna di successo prima, la donna spezzata da un amore poi e, infine, la mistica raffinata, tre figure in una, Dora Maar, in scena dal 12 al 17 febbraio al Teatro Filodrammatici di Milano. Una soluzione scenica di grande fruibilità che racconta la biografia di un’artista, lo specchio di una Parigi effervescente e crudele e un amore malato, intreccio di cinema e teatro con video che rievocano le atmosfere di “Un chien andalou” di Luis Bunuel. Un’interpretazione convincente.

Cotto e stracotto - Teatro Golden (Roma)

Scritto da Domenica, 17 Febbraio 2019

Da sempre attento a costruire storie attorno a messaggi attuali, Marco Falaguasta propone un nuovo lavoro in perfetta linea con il suo stile ironico ed incisivo. «Cotto e stracotto», in scena al Teatro Golden dal 5 al 24 febbraio è un testo divertente, quando non proprio esilarante, incentrato sul tema dello smarrimento e dell’impotenza dell’individuo di fronte alle tortuose vie imposte dalla macchina burocratica dell’apparato statale. La regia è di Tiziana Foschi.

12 Baci sulla bocca - Teatro India (Roma)

Scritto da Sabato, 16 Febbraio 2019

Dal 12 al 17 febbraio. Dopo il successo de “Gli onesti della banda”, la Compagnia NEST continua a mietere consensi sul palcoscenico del Teatro India, questa volta con uno degli spettacoli più amati del suo repertorio, “12 Baci sulla bocca”, in cui viene affrontato il tema dell’omosessualità contestualizzandolo in una provincia napoletana bigotta degli anni ’70.

In scena fino al 10 marzo, al Piccolo Teatro Grassi di Milano, “Cuore di cane”, il testo di Bulgakov raccontato attraverso il ricercato adattamento teatrale di Stefano Massini e l'abile mano registica di Giorgio Sangati, e portato in scena con straordinaria potenza interpretativa da Paolo Pierobon.

Dal 12 al 17 febbraio. Liv Ferracchiati porta in scena uno spettacolo-studio sull’identità di genere ed il ruolo della società nell’accettazione ed inserimento del transgender all’interno della comunità in cui vive. Un lavoro che coniuga con ironia l’analisi di un fenomeno per alcuni ancora poco chiaro e la capacità di raccontare i mutamenti sociali ed antropologici di un contesto sociale talvolta ostile nei confronti degli individui che si vanno a collocare fuori dal coro.

Pagina 4 di 283
TOP