Dal 20 Gennaio al 1° Febbraio 2009. Dismessi i panni di autore e attore, Gabriele Carbotti si dedica alla regia di questa nuova pièce “Il prigioniero della seconda strada” su un testo di un grande autore come Neil Simon. Attori di prim’ordine, la mano che dirige è riconoscibile, firmataria di uno spettacolo per palati fini.

Dal 20 Gennaio al 15 Febbraio 2009. Con Gianfranco D’Angelo, Ivana Monti, Simona D’Angelo e Mario Scaletta. Dopo “Indovina chi viene a cena” di William Arthur Rose, ci ritroviamo in un’altra commedia di Neil Simon, che richiama il rapporto tra genitori e figli, lo scarto generazionale e i problemi che scaturiscono dalla mancanza di assunzione di responsabilità da parte di un genitore.

Dal 20 gennaio al 12 febbraio 2009. Un capocomico ha perso in un incendio il suo capannone e giunge dal Prefetto a chiedere sostegno. Si apre, tra l’attore e l’”Autorità” un dibattito sul teatro di allora, come di oggi. Una insolita commedia eduardiana, “L’Arte della Commedia” è riproposta e giustamente valorizzata al Teatro Vittoria.

Il Laureato - Teatro Quirino (Roma)

Scritto da Sabato, 17 Gennaio 2009

Dal 13 gennaio all’1 febbraio. Arriva al Teatro Quirino di Roma “Il Laureato” di Charles Webb, diretto da Teodoro Cassano, con la sempre splendida e travolgente Giuliana De Sio ed il giovane e talentuoso Giulio Forges Davanzati. Uno spettacolo dinamico ed incalzante, con una regia appassionata ed interpretazioni assolutamente convincenti.

Dal 15 Gennaio all’1 Febbraio 2009. La vita scorre tranquilla per due cugini della numerosa famiglia Sox. Franco e Nicky coabitano in un appartamento affittato da un lontano e misterioso zio. Ma una presenza, ora, aleggia sulla casa e sembra voler rimescolare le carte della loro vita. Qual è il suo obiettivo?

Max Paiella - Teatro Morgana (Roma)

Scritto da Venerdì, 16 Gennaio 2009

Max Paiella porta il suo One Man Show al Teatro Morgana (ex Brancaccino). In un’ora e un quarto di spettacolo, Max non fa altro che celebrare “quella cosa che muove il mondo, quella cosa senza la quale non sarei qui, quella cosa più forte di un carro di buoi: la musica!”

TOP