La sera di un venerdì prima di Pasqua, nel duomo di una grande città europea, un sacerdote cattolico riceve la visita di una giovane donna. I due si conoscono bene: la ragazza ha frequentato da bambina la sua parrocchia. Sette anni prima è scappata insieme al suo migliore amico per arruolarsi in una formazione terroristica. In una successione di sei monologhi incrociati emerge anche la ragione ultima di questa visita: organizzare il più clamoroso e simbolico attentato terroristico della storia europea. “Guerra Santa” di Fabrizio Sinisi, con la regia di Gabriele Russo, è in scena al Teatro Elfo Puccini di Milano dal 4 al 9 febbraio.

La storia di un uomo. Di una famiglia. Di una nazione. Tra vissuto quotidiano e cronaca storica, Enrico Vulpiani scrive, dirige ed interpreta "Mi chiamo Giuseppe", un monologo sentito e delicato in cui la vita di suo nonno si dipana nell'arco di quasi un secolo.

Killer per casa - Teatro Golden (Roma)

Scritto da Giovedì, 06 Febbraio 2020

"Killer per casa" è la commedia diretta da Massimo Natale (che l'ha scritta con Ennio Speranza e Andrea Tagliacozzo) e interpretata in questi giorni da Stefano Pesce, Giorgia Wurth e Paolo Gasparini sul palco del Teatro Golden.

Filippo Timi riporta al Franco Parenti “Skianto: un monologo intenso che tra dissacrazione, poesia, comicità e amarezza, fa vivere allo spettatore una montagna russa di emozioni e riflessioni contrastanti.

Lo spettatore è accolto nel teatro di Palazzo Altemps dal profumo creato dal maître parfumeur Francis Kurkdjian in onore di Marie Antoinette: siamo a Versailles. Risuonano le musiche tanto in voga nella corte. Presto però ci si rende conto che la regina non è più̀ la moglie del grande sovrano assoluto di Francia: ora è prigioniera e deve difendersi dalle infamanti accuse dei rivoluzionari. Attraverso la ricostruzione storica di Filippo Danovi, che torna a scrivere sui grandi processi della storia con un testo appositamente concepito per Ō Tempo di Festival al Museo Nazionale Romano, Marie Antoinette è presentata al pubblico in una veste inedita.

Dal 29 gennaio al 9 febbraio, il Teatro di Roma ospita un coraggioso e colossale lavoro su “La commedia della vanità” di Elias Canetti, diretto da Claudio Longhi. Lo spettacolo, prodotto da Emilia Romagna Teatro, riflette sul rapporto tra massa e potere, sulla costruzione dell’identità, sulla deriva dittatoriale della retorica dell’uomo forte al comando, sull’idea di Europa ieri e oggi.

Pagina 2 di 292
TOP