Il titolo strizza l'occhio al (quasi) omonimo film, capolavoro del maestro Roman Polanski, il quale a sua volta riconduce ad una precedente opera teatrale intitolata "Il dio del massacro", della scrittrice francese Yasmina Reza. Ma questo testo, in realtà, è un'opera originale firmata da Max Caprara: e originale lo è nel vero senso della parola, visto che nel panorama teatrale italiano non esistono molti precedenti di tragicommedie come questa, dal sapore piacevolmente europeo. Addirittura occitano, verrebbe da dire, come la cena che i quattro personaggi attendono inutimente di gustare per tutta la durata dello spettacolo, quasi fosse consegnata da un novello Godot.

Una donna anziana, sola. Un leggio, un tavolino e un muro imponente. Al Teatro Elfo Puccini con “Muri - prima e dopo Basaglia” torna a calcare il palco una straordinaria Giulia Lazzarini nei panni di Mariuccia, un’infermiera della Trieste basagliana. Uno spettacolo emozionante, firmato da Renato Sarti, che racconta cos’era un manicomio prima della legge 180: non un luogo ma uno schema d’abbandono, una violenza perpetuata. È con l'arrivo di Basaglia che ogni cosa cambia: “Io non so esattamente cosa sia questa follia, io so solo che legare qualcuno che sta male non è terapeutico”. In scena tutta una vita intera a dimostrazione che i muri crollano, sì, ma solo se si è abbastanza coraggiosi da abbatterli.

Le bellissime canzoni di Rino Gaetano, interpretate da Marco Morandi, sono il perno dello spettacolo «…Chi mi manca sei tu», andato in scena al Teatro Golden. Ad impreziosire la rappresentazione, fra un brano e l’altro, Claudia Campagnola con il racconto di spezzoni di vita dell’indimenticato artista calabrese.

Una versatile e divertente Flavia Germana de Lipsis dà voce ad uno spettacolo originale e attuale. In “Follower”, scritto e diretto da Pietro Dattola, uno spunto social (una App che permette di essere seguiti o seguire fisicamente qualcuno senza esserne visti) che mescola risate e pensieri, mettendoci di fronte alla forza che un’emozione reale mantiene ancora in un’epoca in cui la vita sembra invece poter essere arricchita solo da gratifiche virtuali.

Sono trascorsi esattamente due giorni dal ventiduesimo anniversario della prematura scomparsa di Mia Martini quando il Nuovo Teatro San Paolo di Roma dedica, per una sera, il suo palco ad "Almeno tu", uno spettacolo che rende omaggio ad una delle voci più belle ed espressive della storia della musica italiana.

Pasquale Petrolo e Claudio Gregori, ovvero il celebrato duo comico Lillo & Greg, amatissimi dal proprio pubblico, sin dai gloriosi tempi del gruppo “Latte e i suoi derivati”, portano in scena al Teatro Olimpico di Roma, sostenuti da Vania Della Bidia, Chiara Sani e dal maestro Attilio Di Giovanni, una selezione delle loro migliori gag, tratte dal loro repertorio teatrale, televisivo e radiofonico.

TOP