“Viaggio letterario a Roma. Dalla dolce vita alla grande bellezza” di Christina Höfferer

Scritto da  Giovedì, 08 Ottobre 2015 

Passeggiata romana attraverso gli occhi di una donna austriaca ormai “naturalizzata” nella Città eterna che sceglie di condurre il lettore attraverso i luoghi di incontro dai caffè, al ponte dei lucchetti, tra aperitivi alla moda e posti più insoliti, dimore di intrighi e soprattutto domicili letterari, come anche istituzionali. Curiosare nella casa di qualcuno per una giornalista è solo un modo diverso per condurre un’intervista, reale o immaginaria, che fruga nella storia vicina e lontana o si guarda semplicemente intorno.

Dalla dolce vita alla grande bellezza, sottotitolo di questo viaggio letterario a Roma di Christina Hofferer - Corrispondente per la radiotelevisione austriaca nella Capitale – è soprattutto una suggestione cinematografica ché in effetti il libro non si concentra solo su questa parabola racconta che dal Dopoguerra a oggi ha portato Roma alla ribalta del grande e piccolo schermo, dalla gloria alla decadenza. E’ piuttosto un’allusione e una metafora che vive ciclicamente la città dell’Impero e della sua decadenza quando fu ostaggio dei barbari; della magnificenza e corruzione barocca fino all’isolamento; alla gloria di essere capitale e poi anche capitale della dittatura e così fino ai giorni nostri. L’autrice non esplicita nulla di tutto questo, lo lascia intravedere. Nella Corrispondente prevale l’incanto e si ha l’impressione che Roma letteralmente – o forse dovremmo dire letterariamente – la diverta come accade di solito a chi non vive questa città da molto tempo. Forse per una straniera questo sguardo sulla grande signora resta più a lungo, magari per sempre. Il libro non ha ambizione saggistica, pur avendo spunti curiosi storici e di ricostruzione documentaria, né aspira ad essere una guida della città. Sembra piuttosto voler intrattenere il lettore, in modo intelligente e soprattutto insolito, non cercando quello che più è noto e rappresentativo se non attraverso percorsi laterali, almeno apparentemente secondari. Forse più che la letteratura – a parte la casa della scrittrice austriaca Ingeborg Bachman e del poeta inglese John Keats – è proprio il cinema a guidarci negli itinerari. C’è uno sguardo libero, poco preoccupato della critica, che si libra andando a zonzo qua e là e unendo, per così dire, il sacro con il profano: dai lucchetti degli innamorati del ponte Milvio – ancora una volta il riferimento è al regista Federico Moccia – agli archivi segreti del Vaticano, che “segreti” non sono, almeno non in senso moderno, sebbene nell’accezione rinascimentale, ovvero di archivi privati.

La sua Roma è quella di luoghi che Christina racconta come fossero punti di riferimento universali e che forse per molti non sono nemmeno luoghi noti ma all’autrice non importa far colpo: non prova a fare un riassunto delle eccellenze o a disegnare un percorso originale a tutti costi: semplicemente propone un modo di vivere Roma, il suo, dove lo sguardo si è posato con attenzione come sulla presenza degli spagnoli e la storica rivalità con i francesi con i quali si sono contesi una presenza da protagonista. E ancora c’è la faccia nascosta della Capitale, dal popolo dei Rom ai ragazzi di vita di Pier Paolo Pasolini. Tra l’altro compie lo stesso percorso calcato dal regista l’ultima notte, quella nella quale venne assassinato, dalla Stazione Termini a Ostia, dove finì la sua corsa e ci porta dal Biondo Tevere al bar Necci. E in questo sali e scendi, di toni e di piani, dai locali degli adolescenti e i luoghi della movida si passa al quartiere delle fate, disegnato da Gino Coppedè. Non è un libro che introduce a Roma ma un modo per starci dentro.
La nostra passeggiata con l’autore comincia dalla copertina, molto suggestiva e certamente non retorica – non scontata per rendere riconoscibile una città dove sono stati girati oltre 3mila film – disegnata da Martina Donati che vive e lavora nella Capitale; per continuare presso la libreria L’Argonauta Libri per Viaggiare dove è avvenuta la presentazione per giovedì 8 ottobre.

Viaggio letterario a Roma. Dalla dolce vita alla grande bellezza
Christina Höfferer
Albeggi Edizioni Luglio 2015
Euro 15,00

Articolo di Ilaaria Guidantoni

TOP