“Un gelato buono da morire” di Dino Cassone

Scritto da  Domenica, 12 Maggio 2019 

Un giallo non giallo, un romanzo che racconta la cronaca dolce amara di un paesino, acuto sguardo tagliente sulla vita e i vizi della provincia, una penna velocissima quella di Dino Cassone, che non risparmia nessuno e con un certo disincanto e un tono divertito anche con il lettore ne chiede la complicità per raccontare una vicenda dalle tinte fosche. Gustoso.

 

Un delitto non delitto a Rosicano dove don Ciccio Zampana, detto Ficosecco, muore mangiando il suo spumone, dolce tipico, durante la festa patronale. Era l’usuraio più richiesto e più temuto delPaese per cui niente di più evidente che pensare a un delitto. Così
al maresciallo Paolo Sapone, suo malgrado, tocca partire alla ricerca del probabile assassino tra una lista infinita di sospettati. Ad aiutarlo è nientemeno che sua moglie Margherita, artista mancata e grande appassionata di polizieschi. Mentre i due si confrontano con un ambiente in apparenza tranquillo ma intrinsecamente torbido e pregno di contraddizioni, il lettore se la ride: per lui il romanzo è un finto giallo, il mistero è svelato fin dal prologo e non gli resta che godersi l’apertura del vaso di Pandora. Eppure alla fine un delitto si scoprirà anzi una serie di crimini di ordinaria quotidianità. Ci sono tutti gli ingredienti della vita provinciale, dove tutti si conoscono e dicono male l’uno dell’altro, con tic e vizi di vario genere, un piccolo microcosmo dove ognuno prende un posto specifico, quasi caricaturale per ricostruire il puzzle d’insieme.
Scrittura scorrevole da cronista in un’edizione molto curata, elegante e allo stesso tempo vivace e divertente, con titolazioni da giornali e il disegno delle famose rotelle di liquirizia, vere protagoniste del giallo, il lettore scoprirà perché.
Utile l’apertura con la lista dei personaggi e i loro legami, ritratti in poche parole; e infine la compilation musicale del libro. Un libro per evadere in modo intelligente.

Dino Cassone è un giornalista pubblicista e collabora con varie testate on-line. All’attivo
ha diverse pubblicazioni: I miei compagni di casa e bestie varie (2008); La radio. Storia di fantasmi e misteri (2013); Delitto nella bottega del droghiere (2016). Con Les Flâneurs Edizioni ha già pubblicato Sorrisi e veleni (in formato e-book per, nella collana “Petit”, 2016) e La bugiarda (2016). Ha inoltre curato il libro Ho fatto 13! Una vincita negata e trentaquattro anni di menzogne del Coni (2015) di Martino Scialpi.


Un gelato buono da morire
di Dino Cassone
Les Flâneurs Edizioni di Alessio Rega
26 ottobre 2018
Ean: 9788894990317
Narrativa
Pagg. 154
Prezzo: € 13,00

Articolo di Ilaria Guidantoni

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP