Stefano Duchi - Chi ha detto Soerba? (Print Broker, 2010)

Scritto da  Mercoledì, 06 Aprile 2011 

Stefano Duchi - Chi ha detto Soerba? libro“Chi ha detto Soerba?” è a tutti gli effetti una biografia-tributo a Luca Urbani e Gabriele D’Amore, che dal 1994 al 2003 sono stati i Soerba. L’autore del libro, il conduttore radiofonico Stefano Duchi li ha definiti: “i più grandi irriconosciuti artisti emersi dal gran calderone pop degli anni ‘90”.

 

 

 

 

Chi ha detto Soerba?

Stefano Duchi

Pagine 128

 

Parco di Villa Reale, Monza: sotto il sole di un’estate alle porte, nei pressi di una grande quercia, Gabriele (D’Amora, ndr), Luca (Urbani, ndr) e Morgan (Marco Castoldi, ndr) sono distesi sul prato a rollare una canna. Marco però continua nervosamente a strappare i fili d’erba. Luca lo riprende seccato:

“Smettila di strappare l’erba!”

“Cos’hai detto? Soerba?”

“Io non ho detto Soerba, l’hai detto tu!”

“Gabriele, hai detto Soerba?”

“No, però mi è sembrato proprio che qualcuno dicesse Soerba.”

Nessuno aveva pronunciato quella parola, ma tutti l’avevano sentita: ne convennero fosse un ottimo nome per un gruppo.

 

Alzi la mano chi di voi ha cantato almeno una volta “I’m happy”. Vi scrivo il ritornello, magari vi viene in mente: “I am very happy because the pop is corn/ I am very happy because the pop is love”. Ora la ricordate, vero?

Ebbene, a cantare questo simpatico tormentone sono i Soerba. Il brano nel 1998 diventa una delle canzoni più trasmesse e canticchiate dell’estate, spalancando le porte al duo.

Sì, perché i Soerba sono stati, dal 1994 al 2003, Luca Urbani e Gabriele D’Amora. Il libro “Chi ha detto Soerba?” è a tutti gli effetti una biografia-tributo a questo duo, definito dallo stesso autore, il conduttore radiofonico Stefano Duchi: “i più grandi irriconosciuti artisti emersi dal gran calderone pop degli anni ‘90”.

Chi ha detto Soerba?” racconta il prima, il durante e il dopo Soerba, dipingendo i due componenti dall’infanzia, passando per le esperienze musicali prima della nascita dei Soerba e le esperienze/progetti dopo lo scioglimento. Uno stuolo di artisti conosciuti, da Morgan e Andy, fanno da contorno a questo libro che raccoglie davvero molte foto insieme a moltissime testimonianze, suddivise tra artisti, famigliari di Luca e Gabriele, addetti al settore musicale e addetti stampa.

Un vero e proprio spaccato che dipinge il mondo musicale degli anni ’90, le gioie e le difficoltà di una band che arriva al successo, arma a doppio taglio che ti carica sulle spalle tantissime responsabilità. Dal singolo sbanca radio “I’m Happy”, passando per la difficile prova al 49° Festival di Sanremo sezione Giovani con “Noi non ci capiamo”, fino allo scioglimento e alla pubblicazione, nel 2010, di una raccolta di inediti: "Sviluppi urbanistici - demo 1995/2000".

Chi ha detto Soerba?” celebra l’estro, le velleità artistiche e il talento dei due musicisti (anche se per me non c’è storia: adoro Luca Urbani) che si sono ritagliati una fetta di popolarità, in quegli anni ’90 governati da leggi musicali diverse da quelle di oggi.

 

Nessuno dei tre aveva pronunciato per primo la parola Soerba, eppure tutti l’avevano sentita: la storia del gruppo, nata del tutto casualmente, è destinata a mantenere quell’alone di dolce fatalità.

Chi avrà mai detto Soerba?

 

 

 

Il libro si può acquistare qui:

http://karusonet.com/DISCIPLINE/store2.html

 

Articolo di: Ilario Pisanu

Grazie a: Stefano Duchi

Sul web: www.karusonet.com - www.soerba.it - www.myspace.com/soerba

 

TOP