S. Haltzman, T. Foy DiGeronimo - C'è un principe nel mio ranocchio (Erickson, 2010)

Scritto da  Martedì, 13 Marzo 2012 

S. Haltzman, T. Foy DiGeronimo - C'è un principe nel mio ranocchio (Erickson, 2010)Ottenere di più dalla vita di coppia. Il concetto principale è che non serve lamentarsi per ottenere che il nostro “lui” ci ascolti, ma semplicemente mostrargli che apprezziamo ciò che fa per noi, incoraggiando le sue iniziative e lodando i suoi sforzi. In fondo però a noi donne conviene, se è così facile… perché non provarci?

 

 

 

 

 

C'è un principe nel mio ranocchio

Ottenere di più dalla vita di coppia

Scott Haltzman, Theresa Foy DiGeronimo

Pagine 185 - € 16.00

 

Quando ho iniziato a leggere questo libro non avevo fatto caso al nome degli autori, anzi l'avevo scambiato per uno di quei tipici libri che si prestano le amiche per imparare a gestire, in modo bonario, l'uomo pasticcione di turno che ha tanti pregi ma anche tantissimi difetti.

Proseguendo la lettura però mi sono accorta che oltre i classici consigli e luoghi comuni in materia questo volume conteneva delle cose in più: oltre i rimedi un po' semplicistici su come gestire il rapporto a due venivano date anche delle motivazioni scientifico - biologiche sul perché alcune differenze sono innate tra l'uomo e la donna e quindi sul perché dobbiamo accettarle, senza affaticarci troppo per un cambiamento.

Uno dei due scrittori è uno psichiatra esperto di counseling matrimoniale e questo dà al libro una veste più scientifica di quanto non voglia apparire inizialmente.

Ci viene spiegata la differenza costituzionale del cervello maschile rispetto a quello femminile, che spinge l'uomo a comportarsi in un determinato modo rispetto alla matrice istintuale intrinseca della donna.

Ogni informazione è motivata, inoltre, da ricerche sociologiche che dimostrano come, sin dalla nascita, le reazioni ad alcuni stimoli producano effetti diversi a seconda del sesso di appartenenza.

Nei vari capitoli vengono inoltre riportati stralci di consulenze che il dott. Haltzman ha effettuato mostrando come un approccio centrato sul “rinforzo positivo” sia molto più efficacie rispetto ad uno sterile brontolare tipico delle donne.

Il concetto principale è che non serve lamentarsi per ottenere che il nostro “lui” ci ascolti, ma semplicemente mostrargli che apprezziamo ciò che fa per noi, incoraggiando le sue iniziative e lodando i suoi sforzi.

Vengono inseriti, inoltre, test che forniscono profili capaci di indirizzarci verso i “punti deboli” del nostro lui e riquadri riassuntivi dove ricerche scientifiche fanno da sostegno al concetto che si è appena espresso.

Sebbene questo volume sia interessante per molti versi, il fatto che sia stato scritto da un uomo, per giunta uno psichiatra, mi fa sorgere una domanda: che sia uno degli ennesimi modi per scaricarsi la coscienza? È davvero così semplicistico il mondo maschile?

In fondo però a noi donne conviene, se è così facile… perché non provarci?

 

Mi è piaciuto perché: il messaggio principale è “smetti di brontolare”!

 

 

Articolo di: Simona Iocca

Grazie a: Riccardo Mazzeo, Communication and Rights Manager di Edizioni Erickson

Sul Web: www.erickson.it

 

TOP