Maurizio Parente - La fabbrica dei giochi (Erickson, 2010)

Scritto da  Giovedì, 19 Aprile 2012 

Maurizio Parente - La fabbrica dei giochiStrategie ludiche dei bambini con Bes. Il libro rappresenta un tentativo ben riuscito da parte dell’autore di descrivere l’importanza della attività ludiche come forma di attività necessaria per lo sviluppo armonico del bambino dal punto di vista psichico e corporeo.

 

 

 

 

La fabbrica dei giochi

Strategie ludiche dei bambini con Bes

Maurizio Parente

pagine 283 - € 18,50

 

In modo particolare la prima parte dell’opera descrive una serie di riflessioni dell’autore sulla complessità dell’atto ludico, riconoscendo come questo sia espressione dell’affettività, della fantasia e della creatività del giocatore. In particolare l’autore realizza una sintesi completa della funzione del gioco da un punto di vista educativo ed evolutivo  facendo esplicito riferimento alle teorie dei maggiori esponenti della psicologia dello sviluppo (Piaget, Vygotskij, Bruner).

Il secondo capitolo descrive il progressivo inserimento della attività ludiche nei programmi scolastici della scuola dell’infanzia e della scuola primaria, riconoscendo che i giochi assolvono a funzioni pedagogiche importanti e diverse per lo sviluppo infantile.

Il capitolo terzo introduce il tema fondamentale del libro ovvero riconoscere l’importanza del gioco come forma di attività di primaria importanza per i bambini con bisogni educativi speciali. In particolare per questi bambini il gioco rappresenta un’occasione privilegiata di apprendimento perché fornisce loro gli strumenti più adatti per superare le difficoltà.

Nella seconda parte del libro vengono fornite delle schede operative di diverse attività ludiche con indicazioni specifiche su come realizzarle con particolare riferimento ai destinatari, ai materiali, agli obiettivi e agli ambienti. L’elenco dei giochi proposti è ampio e comprende diverse categorie con differenti funzioni educative in rapporto alle diverse disabilità: giochi percettivi e senso motori, giochi simbolici, giochi di fantasia e giochi di movimento, giochi di costruzione, giochi sociali, giochi linguistici, logico-matematici e di memoria.

Il libro si propone come un valido supporto operativo per educatori, psicologi ed insegnanti con l’obiettivo di realizzare percorsi educativi specifici  che consentano al bambino di soddisfare i bisogni reali e divenire costruttore di competenze.

 

 

Articolo di: Simona Iocca

Grazie a: Riccardo Mazzeo, Communication and Rights Manager di Edizioni Erickson

Sul Web: www.erickson.it

TOP