“Marsiglia-Algeri, viaggio al chiaro di luna” di Ilaria Guidantoni

Scritto da  Sabato, 19 Settembre 2015 

Come si fa, si è chiesto il pluripremiato designer algerino Abdi Abdelkader, da anni residente a Parigi, a ridisegnare per Alessi la couscussiera, a reinventare un oggetto con il quale lui stesso è cresciuto, che da sempre ha la stessa forma, senza snaturarne la simbologia culturale? Perché intorno al cous cous, piatto fondamentale nella cucina algerina, c'è tutta la tradizione ancestrale del Mediterraneo, c'è un modo di mangiare, di vivere, di relazionarsi, di produrre, di coltivare. C'è uno stile di vita che promuove l’interazione sociale. Il cous cous si mangia infatti tutti insieme, da un unico grande piatto, esercitando così, quotidianamente, la condivisione e il rispetto dello spazio dell'altro. E lo spazio ad Algeri è tutto da condividere tra cultura berbera, araba, andalusa, francese.

Ilaria Guidantoni, giornalista e scrittrice, con il suo ultimo libro, Marsiglia-Algeri, viaggio al chiaro di luna, ci porta in viaggio ad Algeri, bianca sotto la luce lunare, partendo da Marsiglia, la città più meticcia di Europa. Un viaggio che si snoda attraverso le voci di tante algerine e algerini, dentro e fuori il Paese: intellettuali, giornaliste/i, artisti, uomini di chiesa, imprenditori/trici e voci di gente comune. Ne risulta un quadro un po' frammentato, un puzzle irregolare, dove la guerra d'indipendenza dalla Francia e le successive rivendicazioni da parte degli uni e degli altri, hanno fatto dell'Algeria un paese malato, seppur ricco, ferito, paralizzato nella paura del terrorismo, cristallizzato nella sua memoria. Un paese non generoso con i suoi giovani che emigrano in Francia per lavorare, per inseguire un modello culturale diventando così, “algerini” in Francia e francesi in Algeria. Oggi, però, secondo la scrittrice, si avverte un desiderio di sviluppo totale, politico, economico, di cooperazione e del turismo. E probabilmente, la via del cambiamento, se davvero esiste, è proprio nel dialogo tra tradizione e innovazione, come ha fatto il designer algerino Abdi Abdelkader, nel ridisegnare la couscussiera.

Il volume raccoglie anche alcune fotografie in bianco e nero di Algeri di oggi, scattate dalla stessa autrice e da Maria Paola Palladino, arabista e islamista, Presidente dell’Associazione italo-algerina Jawhara.

Ilaria Guidantoni è giornalista, blogger e scrittrice, esperta di problemi dei paesi nordafricani e del dialogo nel Mediterraneo.
Tra i lavori pubblicati “Chiacchiere, datteri e thé. Tunisi, viaggio in una società che cambia” (Albeggi Edizioni, 2013). Vive tra Roma, Milano e Tunisi.

Marsiglia-Algeri, viaggio al chiaro di luna
Ilaria Guidantoni
Albeggi edizioni, collana REvolution
364 pagg., 16 euro, ISBN 9788898795062

Articolo di Raffaella Roversi

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP