Mario Paolini - Chi sei tu per me? (Erickson, 2009)

Scritto da  Simona Iocca Giovedì, 29 Aprile 2010 

Mario Paolini - Chi sei tu per me? (Erickson, 2009)Libro nato dall'esperienza personale dell'autore che si è trovato, di punto in bianco e per puro caso, a dover interagire con persone disabili con gravi handicap. Tema centrale del libro è la qualità delle relazioni interpersonali che incorrono tra gli operatori e i pazienti, persone con le quali riuscire ad interagire nel migliore dei modi, rispettandole e accettandole con le loro difficoltà.

 

 

 

Chi sei tu per me? (Erickson, 2009)

Persone con disabilità e operatori nel quotidiano.

Mario Paolini

Pagine 140 - € 14.00

 

Libro nato dall'esperienza personale dell'autore che si è trovato, di punto in bianco e per puro caso, a dover interagire con persone disabili con gravi handicap.

Tema centrale del libro è la qualità delle relazioni interpersonali che incorrono tra gli operatori e i pazienti, persone con le quali riuscire ad interagire nel migliore dei modi, rispettandole e accettandole con le loro difficoltà.

Partendo dalla nascita delle associazioni per i disabili, Paolini sottolinea come il rapporto operatore-paziente sia man mano passato da un semplice “occuparsi di” ad un “preoccuparsi per” i bisogni, le esigenze e i desideri di quella persona, considerata finalmente come essere pensante ed agente e non più solo come un essere da accudire.

Vengono riportati esempi di interazioni vissute personalmente, che aiutano il lettore a chiarire meglio ciò che viene spiegato, viene raccontato lo sgomento nell'appurare che alcune pratiche metodologiche sono tuttora presenti e viene presentato un punto di vista diverso, relazionale, per approcciare il soggetto.

La sfera relazionale, sociale e sessuale vengono viste come parti integranti della persona con handicap che, nei limiti delle sue capacità, dovrebbe avere il diritto di scoprire e coltivare.

Le storie dei singoli pazienti fanno da guida in questo bel libro, duro ma carico di nuove proposte, aspettative e riflessioni sul ruolo dell'operatore socio sanitario e della sua azione/interazione nei confronti di coloro che sono, prima di ogni cosa, persone.

 

Articolo di: Simona Iocca

Grazie a: Riccardo Mazzeo, Communication and Rights Manager di Edizioni Erickson

Sul Web: www.erickson.it

 

TOP