Leonardo Colombi - Condannato (non vita) (Runde Taarn, 2008)

Scritto da  Mercoledì, 01 Ottobre 2008 

“Condannato (non vita)” è un fantasy sui vampiri. L’angoscia e il tormento di un essere sospeso tra la vita e la morte hanno forma grazie alla penna di Leonardo Colombi. Un piccolo libro da leggere tutto d’un fiato. Fino all’arrivo del primo raggio di sole.

 

 

 

Condannato (non vita)

Leonardo Colombi

Pagine 16 - € 1.50

 

Leonardo Colombi, classe 1982, narra di vampiri in “Condannato (non vita)”, piccolo libricino della collana “Chiaro di Luna” (letture per una sera) della Runde Taarn Edizioni.

In effetti il piccolo libro è l’ideale per una lettura breve: in metro, sull’autobus, prima di addormentarsi.

“Condannato (non vita)” è il monologo di un vampiro, un essere a metà strada tra la vita e la morte. Una condizione, quella di non morto, che strugge questo personaggio in cerca di pace.

Tenebra viva nel buio senza nome, questo essere si tormenta per ciò che non ha più: una famiglia, un amore.

Si dilania, combattendo contro se stesso, affinché non torni più ad uccidere. Ma la sua sete di sangue è un impulso al quale non riesce ad obbedire. Sa che tornerà ad uccidere: i suoi lunghi canini brillano nell’oscurità della notte, preannunciando l’ennesimo sacrificio umano.

Manca poco all’alba. Egli raggiunge la sua dimora, sprofondando nel letargo diurno, fino al calar delle tenebre.

“Condannato (non vita)” è un racconto fantasy scritto in maniera elementare, dove parole e sostantivi si ripetono in maniera ciclica. E’ uno spaccato tormentato di un essere senza pace, che pecca di “luoghi comuni” sui vampiri.

Sarebbe interessante un prequel, per scoprire cosa accadde “in quella notte”, quando tutto ebbe inizio.

 

 

Articolo di: Ilario Pisanu

Grazie a: Leonardo Colombi

Sul web: www.rundetaarnedizioni.it - Leonardo Colombi - www.ediq.it

 

TOP