Joe Donnelly - Jack Flint e la spada magica (Fanucci, 2008)

Scritto da  Emanuela Santacroce Sabato, 27 Settembre 2008 

“Jack Flint e la spada magica” ci conduce in un mondo leggendario dove la fantasia di Joe Donnelly non ha confini. Per chi desidera scavalcare il muro dell’immaginazione.

 

 

 

 

 

Jack Flint e la spada magica

Joe Donnelly 

Pagine 374 - € 15.50

 

Jack Flint ha tredici anni. Non ha mai conosciuto sua madre e ha perso suo padre, nel vero senso della parola. Nel giorno di Halloween si avventura nel bosco di Cromwath Blackwood insieme al suo migliore amico, Kerry Malone, figlio di un padre ubriacone e orfano di madre.

Erano amici da quando avevano sei anni. Il bosco di Cromwath lo attirava fin da quando era piccolo con una misteriosa e potente forza di gravità che accendeva la sua curiosità. I due si imbattono in un misterioso cerchio, delimitato da tredici menhir che sembrano delle creature viventi, e che conducono i ragazzi in un luogo mitico e distorto… il leggendario mondo di Temair, uno dei luoghi più significativi e venerati dell’ antica storia d’Irlanda.

Secondo la leggenda Temair fu la dimora delle divinità e il punto in cui si trovava il varco verso gli altri mondi. Qui i miti celtici prendono vita, Jack e Kerry incontrano Corriwen Redthorn, figlia orfana di uno dei capi di Temair, insieme  dovranno affrontare la terribile Morrigan, dea della morte, e i suoi agguerriti seguaci. Guidati da un libro incantato e dal cuore di pietra, i tre ragazzi si trovano coinvolti in una lotta senza quartiere tra corvi, bardi, gnomi e cavalieri, alla ricerca della spada magica dei Redthorn. Ma saranno la loro amicizia e l’amore per Corriwen le uniche vere armi per sconfiggere il male.

“Jack Flint e la spada magica” è consigliato sia ad un pubblico giovane che adulto. Ricco di emozioni ci conduce in un mondo leggendario dove la fantasia dell’autore non ha confini. La lettura sarà leggera e spensierata per chi desidera scavalcare il muro che circonda un mondo fantastico come Temair.

 

Articolo di: Emanuela Santacroce

Grazie a: Valentina Notarberardino, Uff, Stampa Fanucci

Sul web: www.fanucci.it

 

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP