“Il crowdfunding è roba da eroi. Piccolo manuale per la realizzazione della vostra campagna” di Giulia Frangione

Scritto da  Domenica, 06 Novembre 2016 

Lo scorso 21 settembre Zandegù ha pubblicato il sesto manuale della collana I Prof, che porta il curioso titolo di Il crowdfunding è roba da eroi – Piccolo manuale per la realizzazione della vostra campagna. L’autrice di questo volume, disponibile solo in e-book, è Giulia Frangione, laureata in Scienze Politiche e con un Master dell’Università Bocconi in Management di Enti Non Profit, Imprese Sociali e Cooperative, che ha svolto servizi di consulenza per svariate campagne di raccolta fondi tramite il web e può trattare il fenomeno da vera esperta.

Per crowdfunding s’intende una pratica di finanziamento via web che può essere attuata da varie personalità giuridiche e per scopi differenti, ma che ha come caratteristica primaria l’interattività, in modo da favorire l’incontro tra i progetti promossi e il capitale per finanziarli. Posto così, in poche righe, il concetto è chiaro, ma perché questo crowdfunding è ascrivibile tra le missioni eroiche, come suggerito dal sottotitolo? È qui che entra in gioco la grande esperienza dell’autrice in materia; è lei a svelarci la dietrologia di un’azione – la pubblicazione del proprio progetto su un portale dedicato – che nell’era di post, note Facebook, Tweet e Snap ci sembra quasi banale.

L’operazione di crowdfunding è eroica, perché per avere successo va pianificata e seguita passo per passo. Il crowdfunding è roba da eroi, perché il (buon) promotore della campagna si sobbarca una mole di lavoro – tra calcoli, analisi, creazione dei contenuti e strategie di condivisione – che è difficile da immaginare e che scoraggerebbe anche il più entusiasta dei progettisti. Il crowdfunding è roba da eroi, perché tutto il lavoro di cui ho appena accennato è volto a chiedere alle persone di cedere parte dei loro risparmi. Infine, il crowdfunding è eroico anche se visto dalla parte dei donatori. Come spiega meravigliosamente Giulia Frangione, l’idea di base della raccolta fondi è che l’apporto dei microfinanziatori faccia la differenza, il che fa del crowdfunding “una delle più felici e prospere declinazioni dell’economia collaborativa.”

Dopo aver trattato il fenomeno, in un linguaggio semplice, conciso e vivace Giulia Frangione si premura di seguire il lettore passo per passo nella creazione della sua personale campagna di raccolta fondi sul web, evidenziando gli errori da non commettere, le regole per un progetto di successo e fornendo tanti altri piccoli consigli di cui fare sicuramente tesoro.
Due sono i massimi pregi di questo manuale. Anzitutto, si tratta di una lettura sintetica e, come ho già accennato, con un linguaggio comprensibile anche da chi non ha le competenze dell’autrice. A questo proposito, vorrei sottolineare che costa moltissima fatica esprimere semplicemente un concetto complicato, e che quella fatica non è nulla, se non è supportata da un talento comunicativo che l’autrice di questo manuale sicuramente possiede. Non è poi possibile non plaudire l’abbondanza dei case studies, disseminati lungo il testo tramite link, che contribuiscono alla chiarezza del messaggio trasmesso e allo stesso tempo sono i primi testimoni del grande lavoro di ricerca che c’è dietro le quinte di questo libro.

Il crowdfunding è roba da eroi è sicuramente un valido aiuto per chiunque abbia in mente di pianificare una campagna di raccolta fondi, ma si presta a essere anche un’interessante lettura per chi guarda al fenomeno solo dall’esterno, perché aiuta a considerarlo nella sua interezza e non solo in luce della comune immagine che ne abbiamo in Italia: la mera richiesta di aiuto economico da parte di qualcuno che non ha voglia di fare sacrifici per pagarsi i suoi sfizi.
La stessa Giulia Frangione offre una metafora semplice ed esplicativa per intendere il fenomeno nella sua giusta neutralità, paragonandolo a un megafono. Uno strumento, cioè, attraverso il quale diversi tipi di persone, enti o società, se sanno premere i bottoni giusti, possono promuovere un progetto più o meno valido, più o meno condivisibile. Al donatore sta poi la decisione se finanziarlo o meno.

Il manuale è disponibile sul sito di Zandegù e nelle principali librerie online, al costo di 9,99 €

Il crowdfunding è roba da eroi. Piccolo manuale per la realizzazione della vostra campagna
di Giulia Frangione
Collana I Prof
Editore Zandegù

Articolo di Valentina Basso

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP