"Gli anni sul lago d'argento" di Nadia Ubaldi

Scritto da  Lucia Germani Giovedì, 01 Novembre 2018 

Il libro ripercorre i ricordi dell'autrice a partire dalla sua prima visita all'Hotel Lido Palace sul Lago Maggiore.

 

E' da questo incontro che sembra infatti iniziare il suo racconto di vita; un luogo che fa da filo conduttore tra i personaggi e le dinamiche, lavorative e non solo, che hanno generato quei rapporti descritti con nostalgia e, in alcuni casi, con amarezza.

Le persone che rientrano nella sfera personale sono tutte circondate da un'aurea di gentilezza, da cui si percepisce l'affetto e la profonda gratitudine di chi è nuovo in un luogo estraneo.

Al contrario l'ambiente lavorativo è spesso rapportato a persone negative, alle quali è legato un forte senso di disagio; l'autrice si dilunga infatti anche sul tema del pregiudizio tra Nord e Sud Italia, in un'esplicita critica sull'infondatezza e irrazionalità di tali distinzioni.

Le persone conosciute, i paesaggi e le situazioni che ha vissuto, su cui si sofferma lungamente descrivendo i dettagli dei giorni passati, disegnano un quadro dalle tinte dolci e forti al tempo stesso. L'autrice esprime quanto sia stata profondamente segnata da tutto questo, proprio perché l'ha portata ad essere la donna che è adesso.

Gli anni sul lago d'argento
di Nadia Ubaldi
139 pagine
Albatros - I edizione aprile 2018

Articolo di di Lucia Germani

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP