“L’Artista della Fuga” di Brad Meltzer

Scritto da  Venerdì, 28 Dicembre 2018 

Il giallo che ha sconvolto l’America. La consacrazione definitiva di Brad Meltzer, che conquista la scena con questo thriller mozzafiato che ha catturato l’attenzione di tutti, dai maestri del thriller ai lettori. All’uscita è volato subito al primo posto in classifica.

 

L’Artista della Fuga è un romanzo particolare, in cui agli elementi di thriller si mescolano quelli del romanzo d’azione in un’atmosfera cupa, quasi scandinava.

Il protagonista della storia è Jim “Zig” Zigarowski, che lavora all’interno di una base militare americana come addetto alla ricomposizione delle salme dei soldati caduti in missioni estere. Zig è bravo e coscienzioso nel suo lavoro, perché ci mette il cuore, forse per quello che è successo molti anni prima alla figlia e che lui non è ancora riuscito a superare. Un giorno sul suo tavolo di lavoro trova una giovane donna morta in un incidente aereo in Alaska, identificata da tutti come Nola Brown, ma che in realtà è qualcun altro. Zig è sicuro che sia avvenuto uno scambio d’identità, perché lui conosce Nola, una ragazza orfana che è passata di famiglia affidataria in famiglia affidataria, che è stata brevemente compagna di scuola di sua figlia, e non riesce a non pensare che lei sia da qualche parte nei guai. Nonostante il suo capo e i suoi amici glielo sconsiglino, quindi, l’uomo indaga sull’incidente aereo, in cui tra le altre vittime si conta un membro del Pentagono e amico particolare del Presidente degli Stati Uniti, venendo a conoscenza di eventi e missioni che farebbero meglio a rimanere nascoste. Tra riferimenti all’artista della fuga per eccellenza, il mago Houdini, fughe rocambolesche e aggressioni feroci, Zig si trova a dover risolvere due misteri, inevitabilmente interconnessi: chi ha fatto esplodere l’aereo e chi è diventata Nola Brown.

La scrittura di Meltzer è fluida e scorrevole e il ritmo narrativo rende L’Artista della Fuga un romanzo di piacevole lettura, in cui il senso d’inquietudine proprio del genere letterario non cresce pagina dopo pagina, ma sorprende il lettore con lampi inaspettati e scompare velocemente come si è palesato, lasciandolo sul chi vive anche nei momenti di maggiore tranquillità all’interno della trama.
L’analisi e lo sviluppo dei personaggi sono vitali per la buona riuscita della storia e i protagonisti del libro di Meltzer sono persone verosimili, dotate di profondità e caratteri ben precisi, anche quando si tratta di semplici personaggi secondari. Su tutti loro spicca la figura di Nola Brown, un personaggio femminile forte e volitivo che nasconde numerose ferite nel suo passato e si può paragonare alla Lisbeth Salander* di Stieg Larsson per la sua energia e il suo carisma. Nonostante Nola appaia in primo acchito una specie di superdonna, infallibile, dotata di tutte le qualità e le capacità necessarie, i suoi punti deboli e il processo di crescita che l’ha portata a diventare la figura che Zig tenta di salvare nel libro sono resi da un bellissimo gioco di flashback, che di tanto in tanto interrompono il filo di narrazione principale e ci offrono ritratti sempre più dettagliati di una figura femminile che merita l’attenzione di un pubblico ampio e diversificato.

Note

Lisbeth Salander: Coprotagonista delle serie di romanzi thriller Millennium, dello svedese Stieg Larsson, di cui il volume più conosciuto è senza dubbio Uomini che Odiano Le Donne. Lisbeth è una donna geniale, con un carattere complesso e decisamente asociale.


L’artista della fuga

Autore Brad Meltzer
Fazi Editore
Collana Darkside
Traduzione di Giuseppe Marano
Anno di Pubblicazione 2018
Pagine 450 circa
Prezzo 15,00 €

Articolo di Valentina Basso

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP