“L’Annusatrice di libri” di Desy Icardi

Scritto da  Lunedì, 13 Maggio 2019 

Se si potesse leggere con l’olfatto, quale sarebbe l’odore dei libri? Che profumo avrebbero i Promessi sposi? E Le mille e una notte? Il romanzo di Desy Icardi, con stile avvincente e briosa ironia, ci parla di libri e dell’amore per la letteratura attraverso la storia di una lettrice speciale.

 

Torino, 1957. Adelina è una giovane studentessa venuta dalla campagna per abitare con la ricca e parsimoniosa zia Amalia ed essere così libera di frequentare una scuola per signorine, dove conosce Luisella, che in breve tempo diventa sua amica. Adelina eccelle nelle materie matematiche, ma da quando si trova in città non sembra più essere in grado di leggere libri, anche se a casa sua le piaceva molto. È solo per caso che la ragazza scopre che questo suo deficit è stato compensato da un’abilità piuttosto singolare, che le permette di immergersi nei libri, quale che sia la lingua o il codice in cui sono scritti, odorandoli soltanto. Poco dopo la sua scoperta, anche uno dei suoi insegnanti, il severissimo padre Kelly, si accorge di questo suo dono, di cui conosce anche le terribili conseguenze, che però non sembrano impensierire Amedeo Vergani, padre di Luisella, che vorrebbe utilizzare le doti straordinarie dell’amica della figlia per arricchirsi. Tra racconti di corteggiamenti, varietà e polverosi codici antichi, Adelina proseguirà lungo la sua avventura in un thriller fantastico dal sapore vintage che affascina ogni lettore.

Il romanzo di Desy Icardi ha il grande pregio di essere scritto con grande fluidità e un tono narrativo che ricorda i romanzi d’avventura del primo Novecento. Anche l’ambientazione, a Torino e dintorni tra gli anni Trenta e la fine degli anni Cinquanta, è affascinante e crea un piacevole contrasto tra la monotonia quasi paciosa delle giornate di scuola e la crescente tensione della vicenda.

Il ritmo narrativo, pigro nella prima parte del romanzo, è risvegliato dal bel gioco di flashback e flashforward che, come un nastro, avvolgono e svolgono le spire del secolo passato per regalarci brandelli di storia comune e propria dei personaggi secondari della vicenda, come Amalia, vedova giovanissima di un comandante fascista, o Amedeo, un ambizioso arrampicatore sociale con la passione per i libri antichi e il denaro. È, poi, piacevolissimo per un bibliofilo scorgere i frequenti riferimenti e accenni a grandi classici della letteratura, e crogiolarvisi con Adelina, che li scopre come amici quasi più veri che di carta. La seconda parte del romanzo ha toni più cupi e un ritmo più veloce, rinfrescato anche dal cambio di ambientazione, che ci dona un interessante spaccato della New York sul finire degli anni Cinquanta. I tormenti interiori di padre Kelley e un mistero che si rifà un po’ al fantasma che popola la magione di Mr Rochester e un po’ ai migliori gialli del secolo scorso conferiscono un’originalità che contraddistingue L’Annusatrice di Libri da ogni altro romanzo del genere e ne fanno una lettura imprescindibile a qualsiasi età.


L’annusatrice di libri
di Desy Icardi
Fazi Editore
Collana Le strade
€ 16

Articolo di Valentina Basso

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP