A. Incerti, A. Scarinci - Assessment dei disturbi d’ansia (Erickson, 2008)

Scritto da  Emanuela Santacroce Sabato, 21 Febbraio 2009 

A. Incerti, A. Scarinci - Assessment dei disturbi d’ansia (Erickson, 2008)Metodi e strumenti nella psicoterapia cognitiva. Il volume presenta un percorso valutativo dei disturbi d’ansia facilmente applicabile, che permette di raccogliere i dati per un inquadramento diagnostico accurato e di prendere decisioni strategicamente orientate, fondamentali per l’efficacia del trattamento del paziente.

 

 

 

Assessment dei disturbi d’ansia 

Metodi e strumenti nella psicoterapia cognitiva  

Alessia Incerti, Antonio Scarinci   

Pagine 358 - € 23.00

 

Il volume presenta un percorso valutativo dei disturbi d’ansia facilmente applicabile, che permette di raccogliere i dati per un inquadramento diagnostico accurato e di prendere decisioni strategicamente orientate, fondamentali per l’efficacia del trattamento del paziente.

Il modello presentato ha nella flessibilità e nella modularità le sue caratteristiche principali e consente di accertare lo stato mentale dell’attaccamento attuale, i processi e le credenze implicati nei disturbi d’ansia, di ricostruire l’autobiografia e il contesto d’apprendimento di scopi e convinzioni, di svelare le teorie naïf sulla malattia e sulla guarigione, fino ad arrivare alla restituzione di una diagnosi nosografico-descrittiva ed esplicativa.

Gli autori presentano molti dei principali orientamenti del vivace cognitivismo italiano: dall'accertamento delle credenze cognitive secondo l'approccio classico, all'esplorazione dei costrutti e delle autocaratterizzazioni di tipo kelliano, alla raccolta della cosiddetta storia di attaccamento, alla valutazione delle teorie naif sulla cura e sul disturbo, all'uso della tecnica ABC in fase di accertamento, fino alla restituzione.

Assessment dei disturbi d’ansia” si rivolge ad allievi delle scuole di specializzazione in psicoterapia e a psicologi che si occupano di psicodiagnosi; psicoterapeuti esperti e quanti sono impegnati nella ricerca clinica troveranno strumenti e spunti preziosi per sistematizzare le proprie conoscenze.

 

 

Articolo di: Emanuela Santacroce

Grazie a: Riccardo Mazzeo, Communication and Rights Manager di Edizioni Erickson

Sul web: www.erickson.it

 

TOP