Elmet di Fiona Mozley

Scritto da Lunedì, 12 Novembre 2018

Ritratto brutale e commovente di una famiglia atipica che vive ai margini della società, in pochi mesi il romanzo d’esordio di Fiona Mozley ha conquistato tutti.

Nello scenario della II Guerra Mondiale, a causa della complessa situazione politica, il popolo ebraico è serrato tra l'ideologia antisemita ed il movimento sionista.

Il libro ripercorre i ricordi dell'autrice a partire dalla sua prima visita all'Hotel Lido Palace sul Lago Maggiore.

In occasione delle celebrazioni, nel 2019, dei cinquecento anni dalla di Leonardo da Vinci, Albeggi Edizioni pubblica Le infinite ragioni – il manoscritto segreto di Leonardo da Vinci, un romanzo storico in forma di diario che l’autore, Giuseppe Bresciani, immagina che il Genio fiorentino scriva gli ultimi anni della sua esistenza, trascorsi ad Amboise, ospite di Francesco I di Valois, presso il quale arrivò probabilmente nel 1516.

Ugola d’oro e personaggio leggendario. Credo si possa dire di lei che è stata, tra le cantanti la cui vita si sia svolta nel XX secolo, una delle più rimpiante in assoluto dopo la morte. Artista dalla voce inconfondibile e vellutata, come poche altre è stata capace con la sua musica e le sue canzoni di trasmettere al suo pubblico il senso più profondo delle parole cantate.

Un inno al caffè, ai sapori ch raccontano l’anima della famiglia e dell’amore, semplicemente della vita, così come il libro è un canto dedicato a Palermo e al suo calore che a volte diventa afa anche in senso metaforico. Il racconto dell’arrivo della guerra che spazza via allegria, speranza e giovinezza e lascia detriti anche sotto la pelle, eppure un libro pieno di gioia, di gioia di vivere, com’è la sua autrice che dietro un velo di malinconia racconta il potere vivificante della passione, non sempre salvifico. Uno spaccato della società italiana che non c’è più, un affresco storico e sociale, ma anche una grande narrazione dell’anima. Ancora una volta Giuseppina Torregrossa unisce la raffinatezza della penna, una scrittura quasi musicale, al dialetto più semplice con un triplo salto mortale. Un romanzo nel senso più pieno del termine e più classico che fa volare, anche quando racconta la miseria perché è autentica narrazione.

Pagina 1 di 50
TOP