Klimt Experience - Chiesa di Santo Stefano al Ponte (Firenze)

Scritto da  Lunedì, 16 Gennaio 2017 

Klimt virtuale è ancora più vero grazie alla tecnologia che non “raffredda” l’arte ma la riscalda, in un ambiente suggestivo, una chiesa sconsacrata, creando un contrasto molto intrigante tra sacro e profano. Una sorta di catalogo virtuale che diventa un’esperienza sensoriale a 360 gradi nella quale lo spettatore è immerso e trasportato grazie anche alla musica avvolgente.

 

Nel centro di Firenze, su via Por Santa Maria, che sbuca sul Ponte Vecchio, si apre una piazzetta con una bella chiesa, un po’ defilata, Santo Stefano al Ponte, poco nota e ormai sconsacrata. Lì è possibile accede al mondo simbolico, enigmatico e sensuale che il visitatore può vivere in prima persona in un viaggio attraverso 700 opere selezionate sulle architetture della ex chiesa, con una definizione superiore all Full HD grazie alla tecnologia Matrix X-Dimension.
Ad arricchire la visita ricostruzioni in 3D della Vienna tra ‘800 e ‘900, una coinvolgente colonna sonora, e un’area introduttiva allestita con supporti scenografici, tavoli multimediali touch screen e dispositivi per la realtà aumentata. Curata da Sergio Risaliti e ideata e prodotta dal Gruppo Crossmedia – lo stesso che tramite la Santo Stefano srl ha riaperto al pubblico da febbraio 2015 la chiesa del 1100, oggi adibita a spazio espositivo multimediale, con un curriculum di mostre come Van Gogh Alive, Da Vinci Alive, Body Worlds e Incredible Florence – “Klimt Experience” resterà aperta fino al 2 aprile 2017, tutti i giorni dalle 10 alle 19. Le opere più famose dell’artista austriaco Gustav Klimt, come il Bacio, l’Albero della vita, e Giuditta, prendono vita in una grande rappresentazione multimediale con un gioco nel quale i particolari delle decorazioni si ingigantiscono e prendono quasi vita a se stante. Sebbene un po’ lungo lo “spettacolo” è molto suggestivo se si riesce a lasciarsi trasportare in questo universo onirico che vive di un decorativismo raffinato e a tratti esasperato da un parte, una sensualità conturbante, fortemente allegorica, dall’altra. L’allestimento dell’area introduttiva propone poi, a completamento dei supporti didattici fisici, esperienze di approfondimento con tavoli interattivi touch screen e la Klimt VR Experience, tecnologia avanzata di realtà virtuale con gli Oculus Samsung Gear VR sviluppata da Orwell, che letteralmente consente di entrare all’interno di alcune celebri opere, percependone tridimensionalmente ogni dettaglio figurativo e cromatico. Nel grande spazio lo spettatore può muoversi liberamente, fermarsi o stendersi a terra, ruotando anche su stesso per sostare con lo sguardo su un punto piuttosto che su un altro mentre le opere si muovo e si trasformano una nell’altra.

Klimt Experience
26 novembre-2 aprile
Santo Stefano al Ponte
Piazza di Santo Stefano, 5 – 50122 | Firenze
www.santostefanoalponte.it
TUTTI I GIORNI: 10.00 – 19.00
CHIUSURA BIGLIETTERIA: 18.30
BIGLIETTI INDIVIDUALI
ADULTI: 13,00 €
STUDENTI E OVER 65: 10,00 €
DA 6 A 12: 8,00 €
UNDER 6: GRATUITI
*Per gli aventi diritto l’accompagnatore ha ingresso gratuito – Legge 104/92.
BIGLIETTI FAMIGLIA
2 ADULTI + 2 BAMBINI: 32,00 €
2 ADULTI + 3 BAMBINI: 38,00 €
2 ADULTI + 4 BAMBINI: 42,00 €
GRUPPI (*)
MIN. 10 PERSONE: 9,00 €
SCUOLE: 6,00 €
*Prenotazione obbligatoria
ACCESSO DISABILI
Tolleranza max. elevatore 150 kg.
FREE WI-FI ZONE
BOOKSHOP AREA
Acquista on-line
Tel. +39 055 217418

Articolo di Ilaria Guidantoni

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

TOP