Dal 28 ottobre 2015 al 3 aprile 2016 – C’è ancora tempo per tornare bambini e lasciarsi trasportare nel mondo colorato, allegro e fantasioso di Nathan Sawaya, artista statunitense creatore di vere e proprie opere d’arte a base di soli mattoncini LEGO. Appena prorogata fino al 3 aprile, la mostra “The Art of the Brick” è arrivata in Italia dopo aver raccolto successi in tutto il mondo e dopo essere stata inclusa tra le 10 mostre mondiali da non perdere. L’arte si fonde con il gioco: sculture e quadri famosi, oggetti e creazioni originali in una mostra geniale e particolarissima adatta a tutte le età.

lunedì 25 gennaio alle ore 18.0 presso l’Ambasciata del Brasile (Palazzo Pamphili/ Galleria Candido Portinari a Piazza Navona n 10) l’anteprima riservata alla stampa della mostra dell’artista brasiliano Sidival Fila intitolata “Metafora”.

a cura di Cinzia Fratucello

Metafora della trascendenza, quando l’arte diventa allusione alla sacralità, l’astrattismo rimando all’immaterialità senza per questo diventare arte religiosa. Il percorso singolare di un artista brasiliano a Roma.

UNIVERSI DI LUCE
Patrizia Molinari | Federico D’Ambrosi

Dal 14 gennaio al 10 febbraio 2016

Luce e spazio nel dialogo tra due artisti, tra una scelta materica, pur nella forte concettualità ed una che enfatizza la dimensione spaziale sottolineata dalla luce.

Riprendono con il nuovo anno gli aperitivi al Museo Poldi Pezzoli.

Mercoledì 13 gennaio primo appuntamento dell’anno in occasione della mostra L’incanto dei Macchiaioli nella collezione di Giacomo e Ida Jucker.
Con soli 10 euro, dalle 18.00 alle 21.00 è stato possibile possibile sorseggiare un bicchiere di vino e apprezzare le opere in esposizione.

Due Mostre al Macro Testaccio, Roma

Scritto da Martedì, 05 Gennaio 2016

Mancano pochi giorni per andare a visitare due mostre ospitate al Macro Testaccio.
Un bel modo per iniziare questo nuovo anno…. da dedicare all’Arte e allo spettacolo!

Milano, Palazzo Reale, dal 10 dicembre al 20 marzo 2016

Immagini note di un autore essenziale per il mondo del Liberty e dell’Art Nouveau eppure poco noto almeno in Italia. Una mostra da gustare per appagare l’occhio. Un’epoca dedicata al gusto del bello della ricercatezza, ispirata dalla natura madre e matrigna, incantata dalla donna angelicata e sedotta dalla femme fatale, nella duplice rispondenza della natura madre e matrigna. Mentre il gusto della decorazione, talora leziosa e virtuosistica e della pubblicità si fa strada, emerge anche la ricerca dell’elemento conturbante e del subconscio che nell’ambivalenza della rappresentazione femminile trova il suo centro.

TOP