Per celebrare i 450 anni dalla morte dell’artista, i Musei Capitolini ospitano fino al 14 settembre la mostra “Michelangelo. Incontrare un artista universale”, che attraverso l’esposizione di alcuni capolavori scultorei, disegni autografi, documenti e progetti si propone di raccontarci il percorso biografico e artistico del genio fiorentino lungo una vita e una carriera lunghissime, contraddistinte da una costante tensione tra spirito e materia, bellezza e corruzione.
Mostra ricca di documenti e significativa a partire dalla scelta del luogo che la ospita, la magnifica piazza progettata proprio da Michelangelo in uno dei suoi lavori del tardo periodo romano, “opera-contenitore” che ci introduce idealmente alle nove sezioni espositive, alternando le opere michelangiolesche a quelle delle collezioni permanenti del museo.

Leggenda e realtà; molto spesso nella storia dell’arte queste due dimensioni si intrecciano e si confondono, l’artista lascia il posto al mito e si dissolve in un immaginario che perde il contatto con la verità storica. È quello che spesso accade ad artisti dalle vite curiose, disordinate, fuori dagli schemi, come Amedeo Modigliani, personaggio leggendario della pittura mondiale, a cui la letteratura, il cinema e la musica hanno dedicato grandi creazioni, esaltando la poesia della sua arte. Modì, come lo chiamavano i suoi amici, era però una figura frutto di un contesto culturale particolare, che è quello di Montparnasse dei primi del Novecento, dell’Ecole de Paris, dei cosiddetti artisti maledetti e dei grandi collezionisti/mecenati privati. La mostra “Modigliani, Soutine e gli artisti maledetti. La collezione Netter”, allestita negli spazi di Palazzo Cipolla a Roma, espone dipinti e disegni appartenenti alla grande collezione di Jonas Netter (1867-1946), che ci aiuteranno a ricostruire il panorama artistico in cui lavorarono Modigliani e altri illustri pittori, suoi amici e collaboratori. L’esposizione, curata da Marc Restellini, arriva dai successi ottenuti alla Pinacothèque de Paris e al Palazzo Reale a Milano e rimarrà nella capitale fino al 6 Aprile 2014.

Columna Arte Tracciati Transmedia

Scritto da Lunedì, 13 Gennaio 2014

Omaggio alla Colonna Traiana per i suoi 1900 anni. Prorogata fino al 23 febbraio la mostra che celebra i 1900 anni dall'inaugurazione della Colonna Traiana, Columna. Arte Tracciati Transmedia, allestita all'interno del complesso monumentale dei Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali. Una mostra di carattere didattico–celebrativo che propone nuove modalità di valorizzazione e fruizione del patrimonio archeologico tramite immagini, parole e sensazioni, contaminazioni culturali e l’utilizzo di nuove tecnologie. L’esposizione è promossa dall’Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica –Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, con la collaborazione dell’University of Arkansas e i servizi museali di Zètema Progetto Cultura.

Un lungo e caloroso applauso ha accompagnato lo scorrere dei titoli di coda del film “Itaker”, secondo lungometraggio del giovane regista Toni Trupia, presentato alla stampa nella suggestiva cornice della Casa del Cinema di Roma. Lo vedremo nelle sale dal 29 novembre.

Pagina 13 di 13
TOP