Dal 7 maggio al 2 giugno. L'irrazionale insensatezza di un vivere sociale completamente dimentico di ogni valore di etica e solidarietà esplode in maniera dirompente nella commedia di Eduardo De Filippo, appartenente alla "Cantata dei giorni dispari", dedicata dal drammaturgo alle devastazioni materiali e morali determinate dal secondo conflitto mondiale. Regista dall'ineffabile equilibrio e carismatico protagonista in scena un superbo Toni Servillo, capace di declinare in un'interpretazione magistrale l'intera gamma di sfumature del testo eduardiano, in costante sospensione tra grottesca ironia e lacerante tragedia.

Lunedì 20 maggio versi e musica invaderanno gli spazi del Teatro Argentina nella lunga notte conclusiva della rassegna COME MUSICA, LA POESIA, il progetto a cura di Franco Marcoaldi, che dal 23 aprile ha aperto le porte dello Stabile capitolino alla poesia del Novecento riscuotendo un grande successo e unanime consenso di pubblico.

Dal 27 marzo al 28 aprile. A dieci anni di distanza dal grande successo di “Sabato, domenica e lunedì”, Toni Servillo torna a confrontarsi con il teatro di Eduardo De Filippo. In scena col fratello Peppe e una folta compagnia di attori napoletani, Servillo è il protagonista di "Le voci di dentro", un triste spaccato dell’Italia del dopoguerra. Una commedia divertente che cela un’amara riflessione sul decadimento morale della società, tema di una sconfortante contemporaneità.

Pagina 2 di 2
TOP